giovedì 30 settembre 2010

Escono oggi...

Giornata ricca nel mondo editoriale... escono infatti ben TRE libri succosissimi: DEVIL RED di Joe R. Lansdale (con il ritorno di Hap & Leonard), CICATRICI di Gianluca Morozzi e GENERAZIONE A di Douglas Coupland.
Visto che ieri è uscito anche Un viaggio chiamato vita della Yoshimoto mi sa che sabato urge una capatina in libreria con tanti soldi in tasca!!!!

mercoledì 29 settembre 2010

ONDINE - IL SEGRETO DEL MARE di Neil Jordan

COMMENTO: Ma siamo sicuri che questo Neil Jordan sia lo stesso regista di La moglie del soldato, Intervista col vampiro, Michael Collins, ecc... no, perchè questo Ondine fa schifo! Sceneggiatura ridicola (non si capisce cosa racconta), storia banale, dialoghi ridicoli, colonna sonora irritante e cast parecchio sottotono. L'unica cosa che si salva è una regia e una fotografia d'atmosfera, per il resto un pacco! Voto: 5+

CAST: Colin Farrell, Alicja Bachleda, Dervla Kirwan, Alison Barry, Marion O'Dwyer, Tony Curran, Mary O'Shea, Gemma Reeves, Stephen Rea, Norma Sheahan, Emil Hostina

TRAMA: Un giorno il pescatore irlandese Syracuse, tirando su la sua rete da pesca, vi trova imprigionata una donna misteriosa. La figlia dell'uomo, Annie, costretta su una sedia a rotelle, è convinta che sia una creatura magica mentre Syracuse si innamora perdutamente di lei. Verrà quindi catapultato tra realtà e fantasia, magie e forze oscure...
In questa giornata politicamente esplosiva (voglio tornare alla boutade del Bossi nazionale, quella dell'SPQR per intenderci. A parte che commentare le idiozie di un emerito stronzo (e non mi censuro perchè questa volta serve la parolaccia) è totalmente inutile, io oggi vi offro questa bella vignetta del grandissimo PV. Come sempre, le vignette di PV sono graffianti, attuali e fanno crepare dal ridere.
Ragazzi se volete ridere fateci un salto ogni tanto !

Oggi esce

UN VIAGGIO CHIAMATO VITA di Banana Yoshimoto

Dalle emozioni del primo amore alla scoperta della maternità, dalle piramidi egiziane alla Tōkyō degli anni settanta, Banana Yoshimoto raccoglie preziosi frammenti di memoria e ci porta con sé, lontano nel tempo e nel mondo Un’occasione per scoprire l’intimità di una scrittrice, le sue idee sul mondo e sulla vita, le sue emozioni, gli incontri e gli amici, e approfondire, in una prospettiva diversa, i temi che caratterizzano i suoi romanzi.

Editore: Felitrinelli - Pagine: 192 - Prezzo: 13 €

martedì 28 settembre 2010

LOVE SHOOTING di Steven Schachter

COMMENTO: Vedere Meg Ryan ridursi a fare filmetti di questo tipo mi intristisce un po'. Un filmettino senza pretese, con una sceneggiatura parecchio zoppicante, una regia al limite della decenza, William H. Macy che gigioneggia troppo (ma tutto il cast sembra svogliato ed annoiato)... insomma un film che potrebbe benissimo essere non visto. Voto: 5/6

CAST: William H. Macy, Meg Ryan, LL Cool J, Elliott Gould, Jason Ritter, Fiona Glascott, Sharon Raginiano, John Carson, David Hunt, Jeremy Crutchley, Natasha Rees-Davies

TRAMA: Charlie è un consumato produttore di Hollywood, ormai disilluso sulla carriera e sulla vita. Solo quando suo nipote, sceneggiatore idealista, gli propone uno strampalato progetto, Charlie ritrova gli stimoli necessari per continuare a lottare. Per tenere i costi sotto controllo, sul set viene invitata la tostissima produttrice esecutiva Diedre. Tutto va per il meglio, finchè la star non viene rapita.

lunedì 27 settembre 2010

IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI di Juan José Campanella

COMMENTO: Anche se sembra un thriller, in realtà non è così: è un film sulle persone, persone deluse dalla vita che cercano di far pace con i loro ricordi e le frustrazioni di una vita che non sentono vissuta appieno o persone che cercano la vendetta contro chi ha vuotato i propri occhi. Non ci sono buoni o cattivi in senso stretto ma persone con il loro carico di dolore o amarezza e questa è la vera forza di un film intenso, fatto di sguardi, parole non dette ma anche pieno di amore, amicizia e perchè no, cattiveria. Voto: 7/8

CAST: Soledad Villamil, Ricardo Darín, Carla Quevedo, Pablo Rago, Javier Godino, Bárbara Palladino, Rudy Romano, Alejandro Abelenda, Mario Alarcón, Guillermo Francella

TRAMA: L'agente federale Benjamín Espósito ha da tanti anni un sogno in un cassetto: scrivere un romanzo. Non vuole inventarsi una storia, ma desidera raccontare un episodio che ha vissuto in prima persona e che in 25 anni non è riuscito a dimenticare. Nel giugno del 1974, in Argentina, appena prima di lasciare la propria patria per dieci anni e andare volontariamente in esilio, Benjamín era stato chiamato per investigare su un omicidio di una crudeltà inimmaginabile. La vittima era una donna, rapita dalla sua casa nei dintorni di Buenos Aires e uccisa senza pietà. Suo marito, Ricardo Morales, ne era rimasto sconvolto, così come tutti quelli che si erano avvicinati alla loro disgrazia. Scrivere questa storia, raccontarla, è diventato per Benjamín un vero e proprio bisogno: soltanto in questo modo potrà finalmente fare i conti con il passato e con la donna di cui era innamorato, che in tutti questi anni non è riuscito a dimenticare. I ricordi, però, a volte giocano brutti scherzi e percorrono tortuosi cammini diretti a verità sepolte.

CITAZIONE: "È come se l'omicidio della moglie lo avesse lasciato fermo li per sempre, dovrebbe vedere i suoi occhi, sono in uno stato d'amor puro..."

TAGLINE: Un crimine irrisolto. Un amore sospeso. Un finale da scrivere.

Appunti dal fine settimana

  • GRANDISSIMO NANDO! Ieri Ferando ha fatto il miracolo... su una pista non favorevole alla rossa ha dato spettacolo. Vittoria, Pole, Giro Veloce e in testa dall'inizio alla fine. Una grandissima prova di forza di Alonso e della Ferrari. Ora ci siamo... il titolo potrebbe tornare a Maranello (basta non fare cagate!)
  • Alle ha una tonsillite. Tutto il fine settimana ha avuto la febbre e noi non abbiamo messo il naso fuori di casa.
  • Visto che ero recluso in casa mi sono guardato un sacco di film: la classica commediola sentimentale Piacere, sono un po' incinta, il divertentissimo Cado dalle nubi (fa davvero spataccare), ho recuperato il primo grande classico Disney Biancaneve e isette nani (non lo avevo mai visto... giuro!) e il bellissmo Shutter Island (finalmente sono riuscito a vederlo). Poi ho terminato la lettura di L'anno di noi due.

domenica 26 settembre 2010

SHUTTER ISLAND di Martin Scorsese

COMMENTO: Mettete insieme il capolavoro di Lehane, il talento di Scorsese e un grandioso cast (davvero tutti bravissimi) e avrete un grandissimo film. Shutter Island non è un capolavoro ma è un film comunque bellissimo. Un thriller psicologico, teso , inquietante, cupo, claustrofobico pieno di suspense, un puzzle in cui i tasselli vanno al loro posto solo nel finale (un po' troppo lungo). Un film sulla follia e sulle paure interiori inconfessabili che deve molto all'atmosfera plumbea e alla fotografia efficace di Richardson. Voto: 8

CAST: Leonardo DiCaprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley, Max von Sydow, Michelle Williams, Emily Mortimer, Patricia Clarkson, Jackie Earle Haley, Ted Levine, John Carroll Lynch, Elias Koteas

TRAMA: Stati Uniti, 1954. Il marshall Teddy Daniels e il suo nuovo compagno di squadra Chuck Aule vengono convocati sull'isola-fortezza Shutter Island, sede del manicomio criminale Ashecliffe, per indagare sulla misteriosa scomparsa di una detenuta pluriomicida fuggita da una cella blindata. I due poliziotti, circondati da psichiatri inquisitori e da pazienti psicopatici e pericolosi, si troveranno immersi in un'atmosfera imprevedibile dove nulla è in realtà come appare...

CITAZIONE: "Cosa sarebbe peggio? Vivere da mostro o morire da uomo per bene?"

BIANCANEVE E I SETTE NANI di David Hand

COMMENTO: Tutto inizio così... senza questa magica storia il mondo dell'animazione non sarebbe stato lo stesso. Disney da vita ad una favola dei Grimm creando una meraviglia per tutte le famiglie. Un capolavoro dell'animazione, con scenari magici e personaggi meravigliosi (la caratterizzazione dei sette nani sono qualcosa di fantasmagorico e rubano la scena a Biancaneve). Unico difetto: le canzoni (a parte quella dei nani) sono inascoltabili ma è una pecca che viene nascosta dall'immensità del film. Voto: 8

TRAMA: La perfida regina ordina al suo cacciatore di uccidere Biancaneve che lo specchio parlante ha definito la più bella del reame. La ragazza fugge. Guidata dagli animaletti del bosco, arriva alla casa dei sette nani. Eolo, Mammolo, Pisolo, Brontolo, Dotto, Gongolo e Cucciolo la accolgono e la proteggono. Quando la regina, trasformatasi in strega, arriva per ucciderla, i nanetti inseguono la cattiva che precipita da un burrone. Biancaneve, vegliata dai suoi amici come morta, torna in vita quando viene baciata dal giovane principe innamorato.

CITAZIONE: "Quando lei l'addenterà, nel sonno mortale piomberà e soffocata cadrà nell'oblio: allora la più bella sarò io! Ah ah ah ah..."

L'ANNO DI NOI DUE di David Gilmour

COMMENTO: Un padre, un figlio adolescente, il cinema. In pratica questi sono gli ingredienti di base del libro di Gilmour ma non è così semplice. Gilmour ci porta in un periodo della sua vita in cui lui aveva poco lavoro e il suo adorato figlio adolescente inizia a perdersi tra l'abbandono della scuola, le prime ragazze, le esperienze della droga, il non saper cosa fare della vita. Gilmou decide di affrontare la cosa usando il cinema e creando un cineforum per lui e suo figlio. Attraverso il percorso dei film ci mostra come quel pezzo di vita si evolve tra drammi, divertimenti e tanto tanto cinema. Un libro che si fa divorare anche se non è leggero quanto potrebbe sembrare. Insomma una piccola chicca che consiglio vivamente.

TRAMA: Tre film a settimana, tutte le settimane, per almeno un anno, da guardare insieme nel salotto di casa. È l'impegno che David Gilmour ottiene dal figlio Jesse adesso che anche l'ultima battaglia sembra persa, e Jesse - sedici anni, buona parte dei quali trascorsi a morire di noia sui banchi di scuola - ha annunciato l'intenzione di lasciare gli studi per sempre. Nasce così, come una scommessa, il Film Club, il circolo esclusivo che ha come unici membri David e Jesse: la scommessa di un padre deciso a scuotere il figlio dal proprio torpore. A colpi di grandi film. Da Truffaut a "Manhattan", da Herzog a "La dolce vita", passando per Scorsese e "Basic Instinct", la strana educazione di Jesse non segue uno schema preciso, non ha bisogno di libri né di lezioni. Ma si nutre di aneddoti, di curiosità e di divagazioni che piano piano mettono a nudo, oltre l'illusione del Cinema, le emozioni, i drammi e le avventure della vita vera. Mentre sullo schermo i pugni si alternano alle carezze, le delusioni ai grandi amori, Jesse e David imparano a capirsi davvero e ritrovano il bandolo delle rispettive ingarbugliate esistenze.

sabato 25 settembre 2010

CADO DALLE NUBI di Gennaro Nunziante

COMMENTO: Divertente come una lunga puntata di Zelig. Era da tanto tempo che non vedevo un film "scemo" che facesse davvero ridere. Tra le canzoni divertentissime, battute a raffica, prese in giro di X-Factor e Lega Nord, il film scorre che è una meraviglia coadiuvato anche da un cast di contorno meraviglioso (strepitoso Ivano Marescotti). Insomma Zalone ci regala un personaggio davvero eccezionale e un applauso per aver saputo allargare le proprie gag in un film riuscendo a tenere bene il ritmo. Voto: 7

CAST: Checco Zalone, Giulia Michelini, Dino Abbrescia, Gigi Angelillo, Francesca Chillemi, Raul Cremona, Ivano Marescotti, Fabio Troiano

TRAMA: Checco Zalone, un giovane pugliese che sogna di diventare cantante, è stato lasciato dalla sua ragazza perché insegue un sogno difficile da realizzare mentre lei vorrebbe sposarsi e mettere su famiglia. Checco decide quindi di lasciare Polignano e raggiungere Milano, dove forse riuscirà a combinare qualche cosa. Giunto in città, viene ospitato dal cugino Alfredo, ma ovviamente fatica ad adattarsi alla mentalità aperta della città del nord. Poi, un giorno, incontra Marika. Tra i due è colpo di fulmine, ma il padre di lei, leghista convinto e pieno di pregiudizi sui meridionali, mal sopporta la loro relazione. Nel frattempo, Checco partecipa a provini e audizioni finché, improvvisamente, il suo talento viene riconosciuto da un discografico che vuole lanciarlo come nuovo fenomeno nel mondo dello spettacolo...

CITAZIONE: "Non puoi scancellare sei anni d'amore con il fotochoc."

venerdì 24 settembre 2010

PIACERE, SONO UN PO' INCINTA di Alan Poul

COMMENTO: Una di quelle commediole sentimentali senza infamia e senza lode in cui si sorride qua e la, la regia è piattissima e tutto si concentra sulla coppia di protagonisti (la Lopez, che sarà anche bella ma di recitare non se ne parla e il discreto O'Loughlin). Insomma, scollegare il cervello prima della visione. Voto: 6

CAST: Jennifer Lopez, Alex O'Loughlin, Michaela Watkins, Eric Christian Olsen, Anthony Anderson, Noureen DeWulf, Melissa McCarthy, Tom Bosley, Maribeth Monroe

TRAMA: Zoe è stanca di aspettare l'uomo giusto per avere un figlio, così decide di diventare mamma senza bisogno di un compagno. Tuttavia, il destino ha in serbo per lei uno scherzo bizzarro. Infatti, appena uscita dalla clinica cui è ricorsa per la fecondazione artificiale Zoe incontra Stan, l'uomo che potrebbe finalmente farle vivere il vero amore. Ma lui sarà pronto ad accettare di vivere una storia d'amore con una donna in attesa di un figlio non suo?

CITAZIONE: "Sei il mio migliore amico, non vuoi aiutarmi? Non dobbiamo fare sesso, mi basta il tuo sperma!"

TAGLINE: Innamorarsi.* Sposarsi. Avere un bambino. *Non necessariamente in quest'ordine
Il week-end si preannuncia piuttosto cupo: le previsioni danno brutto tempo entrambi i giorni, domenica c'è il GP a Singapore e visti i tempi delle libere di oggi NON C'E' TRIPPA PER GATTI visto che le Red Bull oggi hanno dato la paga a tutti! e dulcis in fundo... il figlio grande ha la febbre a 39!!!!! Bah, il mio sarà triste ma a tutti voi auguro un...

FINE SETTIMANA SPLENDENTE!!!!

giovedì 23 settembre 2010

GENERAZIONE SHAMPOO di Douglas Coupland

COMMENTO: Con il suo stile mai banale, i suoi personaggi pieni di insicurezze e perennemente alla ricerca di un qualcosa che neppure loro sanno precisamente, il suo smitizzare questo mondo tecnologico pieno di miti e ambizioni, la sua sottile ironia confermano Coupland come un fine indagatore della società e dei tempi moderni. Forse è meno originale di Generazione X ma è comunque un ottimo romanzo.

TRAMA: Paure e sogni, illusioni e delusioni, miti e idiosincrasie dell'America under-trenta. Ipersofisticati, iperacculturati, iperconsapevoli,iperviaggiatori, i giovani di fine millennio sono cresciuti con MTV, sognano di conquistare un buon posto in quelle istituzioni che i loro genitori hanno contestato negli anni Sessanta, ma soprattutto hanno sempre uno splendido taglio di capelli! Generazione Shampoo è un ritratto ironico dei nostri tempidi fine millennio.

L'INGLESE CHE SALI' LA COLLINA E SCESE DA UNA MONTAGNA di Christopher Monger

COMMENTO: E' un film che gira un po' a vuoto... qualche situazione divertente c'è, il cast è piuttosto buono (anche se Grant è troppo perso nel macchiettismo e nelle mille faccine) ma la sceneggiatura non offre punti interessanti e spesso la trama si perde in situazioni ripetitive e inutili. Un film assolutamente poco riuscito con un Grant non in forma! Voto: 5/6

CAST: Hugh Grant, Tara Fitzgerald, Colm Meaney, Ian McNeice, Ian Hart, Kenneth Griffith, Tudor Vaughan, Hugh Vaughan, Robert Pugh, Robert Blythe, Garfield Morgan, Lisa Palfrey

TRAMA: Nel 1917 durante la prima guerra mondiale, nel villaggio gallese di Ffynnon Garw, arrivano due cartografi inglesi, il giovane Reginald Anson e il più maturo George Garrad. Costoro devono misurare l'altezza del rilievo che domina il borgo, poiché esso può comparire sulle carte solo se supera i 1000 piedi. Il villaggio è costernato quando la misurazione rivela che mancano 20 piedi perché Ffynnon Garw possa essere definito monte. Il locandiere Morgan, e il reverendo Jones, solitamente accerrimi nemici si trovano per la prima volta alleati per risolvere in modo originale il problema.

martedì 21 settembre 2010

CRAZY HEART di Scott Cooper

COMMENTO: Finalmente Jeff "Drugo Lebowski" Bridges ha meritatamente vinto l'Oscar dando vita ad un cantante country perduto nel ricordo del successo che si affoga nel whisky ed è in cerca di redenzione. Un personaggio che assomiglia molto a The Ram di "The Wrestler". Il film non è esente da stereotipi ma funziona alla grande grazie appunto a Bridges, ad una sceneggiatura solida, ad una regia discreta e mai invadente che si mette a servizio di Bridges e alla meravigliosa colonna sonora. Voto: 7 1/2

CAST: Jeff Bridges, Maggie Gyllenhaal, Robert Duvall, Colin Farrell, James Keane, Anna Felix, Paul Herman, Tom Bower, Ryan Bingham, Beth Grant, Rick Dial, Debrianna Mansini

TRAMA: Bad Blake, un cantante country alcolizzato e caduto in disgrazia, tenta di rimettere in carreggiata la propria vita privata e la carriera. Ad aiutarlo sarà anche la relazione con la giovane reporter Jean Craddock.

TAGLINE: Ci sono vite che hanno bisogno di musica.

Ciao SANDRA!

In Aprile era morto Raimondo, l'uomo con cui ha vissuto per tantissimi anni. Oggi ci ha lasciato anche SANDRA MONDAINI. La coppia non poteva stare troppo tempo separata e così ora Sandra ha raggiunto Raimondo dove potranno continuare a beccarsi!

Ciao Sandra... ci mancherai!

Uscite editoriali

Tra pochi giorni inizierà la stagione calda delle uscite editoriali e spulciando qua e la le informazioni che ho sono le seguenti. Il primo libro a raggiungere gli scaffali dovrebbe essere Un viaggio chiamato vita di Banana Yoshimoto che il sito La Feltrinelli da in uscita il 29/09. Il giorno dopo ben TRE libri andranno a raggiungerla: il ritorno di Joe Lansdale con Devil Red, Cicatrici di Morozzi e Generazione A di Coupland. Anche ottobre sarà un mese abbastanza caldo con le uscite di La lingua del fuoco di Winslow, Io & Trixie di Koontz, Tutto su Stephen King di Bev Vincent e udite udite la graphics novel de L'Ombra dello scorpione (la fonte di questa incredibile news è sempre il sito La Feltrinelli). Andiamo a novembre... la temperatura scende ma l'editoria è calda... novembre dovrebbe (e uso un super-condizionale) il mese di Notte buia, senza stelle la nuova raccolta di novelle di King! Sempre di King dovrebbe uscire la graphic novel La battaglia di Jericho Hill, il nuovo capitolo della saga de La Torre Nera. Sembre a novembre ci sarà il ritorno di Paul Auster con Sunset Park, della Littizzetto (il libro non ha ancora un titolo) e di Benni con Pronto soccorso e beauty case. Dicembre, il mese di Natale, per ora ha in programma solo Drood di Dan Simmons. Per l'anno nuovo poi sono attesi L'ultima neve di Van Lustbader (gennaio), Vacanze in villa di Sophie Kinsella/Madeleine Wickham (marzo/aprile) e Blind Willow, Sleeping Woman di Murakami (aprile).
Tante succose novità, anche se le date (tranne quelle di settembre) sono ancora molto indicative. Perchè nell'editoria non c'è un calendario preciso come quello delle uscite cinematografiche?

63 anni e non sentirli!

BUON COMPLEANNO
Mr. KING!



100 di questi giorni...
...e 1.000 altri libri!!!

domenica 19 settembre 2010

FUORI CONTROLLO di Martin Campbell

COMMENTO: Questo Fuori Controllo è solo un filmone d'azione e brutalità gratuite con una sottilissima vena politica. Insomma è semplicemente un film dove la vendetta è la parola chiave, poi ci sono solo doppi giochi, morti a go-go, copli di scena qua e la e tanto ritmo frenetico (pure troppo). Un film poco efficace in cui spicca il bravo Gibson che da nuovo "Giustiziere della notte" ha come unico scopo uccidere tutti fino ad arrivare al finale davvero orrendo. Alla fine si guarda ma dallo sceneggiatore di Departed e dal regista di Casino Royale mi aspettavo qualcosa di meglio! Voto: 6

CAST: Mel Gibson, Ray Winstone, Danny Huston, Bojana Novakovic, Shawn Roberts, David Aaron Baker, Jay O. Sanders, Denis O'Hare, Damian Young, Caterina Scorsone

TRAMA: Thomas Craven è un detective della omicidi del Boston Police Department. Un giorno la figlia Emma ventiquattrenne va a trovarlo e viene uccisa davanti a casa mentre si trova al suo fianco. Il primo sospetto cade su possibili nemici di Thomas. Ma il poliziotto non accetta supinamente questa semplice ipotesi e prende ad indagare per proprio conto. Scoprirà che la figlia, che stava svolgendo un periodo di apprendistato presso la Northmoor (un'importante azienda nel settore dello sviluppo e ricerca)aveva scoperto le attività illegali della stessa. Alla Northmoor ci si occupava di nucleare con forti coperture politiche. L'unico scopo di Thomas è ora quello di smascherare i colpevoli.

CITAZIONE: "Tutto è illegale in Massachusetts."

TAGLINE: Alcuni segreti possono spingere un uomo oltre ogni limite

sabato 18 settembre 2010

LO SPAZIO BIANCO di Francesca Comencini

COMMENTO: Una toccante storia di amore materno che deve davvero tutto alla meravigliosa prova di Margherita Buy che caratterizza il personaggio di Maria come una donna forte, segnata dalla vita, con una mimica eccezionale. Insomma la Buy superando se stessa tappa alcune falle della storia e alcune scelte di regia e di montaggio che lasciano un po' in sospeso e alcuni personaggi che non si capisce cosa ci stiano a fare... Un film, che a mio avviso, dato in mano a un'altro regista poteva essere un capolavoro e che così rimane solo un buon film. Voto: 7

CAST: Margherita Buy, Gaetano Bruno, Giovanni Ludeno, Antonia Truppo, Guido Caprino, Salvatore Cantalupo, Maria Paiato

TRAMA: Maria ha più di quarant'anni, insegna in una scuola serale, è una donna libera, dinamica. Quando al sesto mese di gravidanza Maria partorisce una figlia che, come le dice il medico, "potrebbe morire subito, o sopravvivere con gravi handicap, oppure stare bene, lei lo sa?" è messa di fronte alla necessità di colmare il vuoto tra il tempo canonico della gravidanza e quello dell'avvenuta nascita della figlia. Maria allora scopre che quello che non sa proprio fare è aspettare. Intanto intorno a lei continua la sua corsa la città, che si percepisce attraverso la scuola serale o gli avvenimenti all'ospedale. Maria arriva a rendersi conto che il suo consueto spazio bianco è ormai svuotato e che la vita vera non è quella che lei finora ha visto da lì. E poi che cosa significa davvero vivere? Non resta che l'attesa, che è tutta sua, a cui forse vale la pena di addestrarsi.

CITAZIONE: "Che faccio? Sto lì tutto il giorno. Aspetto. Aspetto che nasca o che muoia"

venerdì 17 settembre 2010

I LOVE MINI SHOPPING di Sophie Kinsella

COMMENTO: Questa volta il "trucco" della Kinsella non funziona benissimo... la storia fa fatica a decollare, molte situazioni sanno già di lette, Minnie (che dal titolo doveva essere protagonista) è un personaggio di contorno che non da nulla alla storia. Insomma, questo I love mini-shopping è un romanzo in cui ci sono alcune situazioni divertenti ma non prende come i precedenti della serie e non offre nulla di nuovo nel mondo di Becky!

TRAMA: Becky Brandon (nata Bloomwood) era convinta che essere madre fosse una passeggiata, ma naturalmente deve ricredersi. Ora che la piccola Minnie ha due anni è a dir poco un uragano, specie quando entra nei negozi afferrando tutto ciò che vede al grido di "Miiiio!", e sembra avere già le idee molto chiare in fatto di shopping. Da qualcuno deve avere pur preso... Becky esclude che sua figlia sia una bambina viziata, anche se in realtà non sa come fare con lei. In fondo il mestiere di mamma non si improvvisa e deve ammettere che forse ha ragione suo marito Luke: c'è proprio bisogno di una supertata come quelle dei reality televisivi. D'altra parte, è un momento un po' delicato per tutti: Becky e Luke vivono ancora a Oxshott nella casa dei genitori di lei, la convivenza forzata alla lunga pesa e la crisi finanziaria si fa sentire, causando ogni genere di preoccupazione in famiglia. Una cosa è certa: Becky si deve dare una regolata con le spese - a modo suo, però -, e lei è animata dalle migliori intenzioni. Questo comunque non le impedisce di organizzare (molto in economia!) una strepitosa festa a sorpresa per il compleanno di Luke. In effetti le sorprese non mancheranno, soprattutto perché mantenere il segreto non si rivelerà affatto facile...

LA FAMIGLIA SAVAGE di Tamara Jenkins

COMMENTO: Un film di crescita, una commedia agrodolce, intelligente, malinconica e venata di humour che non cade mai su falsi sentimentalismi. Un film intimista, giocato sui sentimenti dei due protagonisti tra di loro e per il padre malato. Un film, dicevo, di crescita, quella dei due fratelli che attraverso la malattia del padre saranno costretti a guardare in faccia la loro vita da cui si può scappare o cercare di far finta di niente ma alla fine si deve prendere coscienza di quello che si è e che si può cambiare. Un opera efficace in cui i la Linney, Seymour Hoffman e Philip Bosco sono davvero monumentali! Voto: 7 1/2

CAST: Laura Linney, Philip Seymour Hoffman, Philip Bosco, Peter Friedman, David Zayas, Gbenga Akinnagbe, Cara Seymour, Tonye Patano, Guy Boyd, Debra Monk

TRAMA: I fratelli Wendy e Jon Savage conducono un'esistenza lontana dai legami familiari. Wendy vive nell'East Village dove cerca in ogni modo di realizzarsi come sceneggiatrice, ma in realtà si arrangia per sbarcare il lunario, ed è coinvolta in una relazione senza futuro con un vicino di casa 'molto sposato'. Jon, invece, è un professore universitario che insegna drammaturgia e che sta scrivendo un libro su Brecht. Il loro ultimo desiderio sarebbe proprio quello di tornare a vivere una situazione familiare da cui sono fuggiti, ma una telefonata in cui vengono informati della demenza senile del padre li fa ricongiungere con l'anziano genitore. Ben presto, Wendy e Jon verranno proiettati in un passato che credevano dimenticato per sempre, ma allo stesso tempo impareranno a confrontarsi l'uno con l'altra e a scoprire ognuno la propria vera natura.

CITAZIONE: "Forse non ci ha abbandonato, forse aveva soltanto dimenticato chi eravamo"

TAGLINE: In ogni famiglia arriva il momento in cui bisogna comportarsi da adulti
La settimana è giunta al termine... cosa dire di questi giorni trascorsi? Ben poco. A parte il lavoro c'è poco da segnalare... mi sono guardato alcuni filmozzi (di considerevole segnalo solo Il Profeta), ho continuato la lettura di I love mini shopping (che dovrei terminare questa sera), ho fatto la tessera della biblioteca... ah oggi la notiziona sul film sulla storia dei Queen. Vabbè, il week-end offre solo la MotoGP, quindi a me non resta altro da fare che augurarvi un...

BUON FINE SETTIMANA!!!

Sacha Baron Cohen sarà FREDDIE MERCURY!!!!

Dopo la notizia sui film su La Torre Nera una nuova produzione scuole il mondo di Hollywood. Il film sui Queen si farà e il volto di Freddie sarà quello di Sacha Baron Cohen. Sulla sceneggiatura è al lavoro Peter Morgan (The Queen, L'ultimo re di scozia, Frost/Nixon e l'imminente Hereafter di Clint Eastwood). La storia sarà incentrata sugli anni di formazione della band inglese fino al Live Aid del 1985. Coinvolti nel progetto anche i membri superstiti della rock band che per l'occasione hanno fondato una piccola casa di produzione cinematografica. Le riprese inizieranno nel 2011, dopo che sarà stato scelto il regista.
Le premesse per un buon film ci sono: Morgan è davvero un ottimo sceneggiatore, Sacha Baron Cohen è davvero somigliante a Freddie (speriamo solo non ne faccia una macchietta)... resta solo da vedere chi sarà il regista.

giovedì 16 settembre 2010

ROBIN HOOD di Ridley Scott

COMMENTO: L'accoppiata Scott/Crowe cerca di ripetere "Il Gladiatore" ma l'operazione non riesce... Un kolossal per scoprire Robin Hood prima che diventasse Robin Hood in cui non tutto funziona. Il film non è brutto ma ha parecchi difetti: lo sceriffo di Nottingham e Fra' Tuck sono dei semplici comprimari, Marion combatte con corazza e spada, uno sbarco che sembra quello in Normandia (e troppo simile a quello di Salvate il soldato Ryan). Di buono ha grandi battaglie, un Crowe e una Blachett in forma, ottime scenografie. Insomma non un capolavoro, ma nel complesso lo spettacolo è godibile. Voto: 6/7

CAST: Russell Crowe, Cate Blanchett, Max von Sydow, William Hurt, Mark Strong, Oscar Isaac, Danny Huston, Eileen Atkins, Mark Addy, Matthew Macfadyen, Kevin Durand

TRAMA: XIII secolo. L'Inghilterra è indebolita da decenni di guerre ed è ormai vulnerabile agli attacchi esterni e al rischio di rivolte interne. Tuttavia, nella foresta vicina alla città di Nottingham, un valoroso ed esperto arciere, Robin Hood, riunirà una banda di mercenari decisi a tutto pur di salvare il popolo dal pessimo governo del successore di Re Riccardo I e gli abitanti di Nottingham dalle angherie di un dispotico sceriffo. Le sue gesta valorose contro i Normanni, l'audacia dimostrata nel combattere il tiranno e il suo amore per la bella e risoluta Marion, faranno entrare Robin Hood nella leggenda trasformandolo nei secoli a venire in un simbolo di riscatto per tutti gli oppressi.

CITAZIONE: "Ribellarsi e ribellarsi ancora finché gli agnelli diverranno leoni..."

TAGLINE: L'incredibile storia di un uomo che divenne leggenda.

La tessera della biblioteca!

A voi non fregherà nulla ma... da ieri sono possessore di una tessera della biblioteca. Già, sembrerà strano, ma non possiedo la tessera dai tempi della scuola (e sono tanti anni). Fino ad ora ho sempre e solo comprato i libri che leggo (a parte qualche raro prestito) ma finalmente mi sono deciso per 2 ragioni.
  1. In primo luogo così risparmierò un po'. Non è che ora smettero di comprare i libri (ci mancherebbe!) ma almeno quando sono incerto su un libro o quando sperimenterò un autore nuovo non butterò via soldi se si rivelerà una ciofeca (vedi le recenti tavanate di John Banville o Brunonia Barry). Rimane da se che se un autore scoperto tramite biblioteca mi prenderà non rinuncerò all'acquisto di tutti i libri, anche quelli già letti!
  2. Finalmente potrò trovare gli introvabili. Già perchè ho alcuni libri da leggere che ormai sono fuori edizione da secoli e nessuno si degna di ristampare! Infatti mi sono già portato a casa Generazione Shampoo di Coupland!

mercoledì 15 settembre 2010

NOTTE FOLLE A MANHATTAN di Shawn Levy

COMMENTO: Shawn Levy costruisce un film calzato a pennello sui due protagonisti (il sottovalutato Carell e la brava Fey), una scorribanda notturna che cita 'Fuori orario' di Scorsese (anche se il livello è decisamente inferiore). Tra scambi di persona, inseguimenti, sparatorie e situazioni divertenti il film mantiene sempre un discreto ritmo in cui spiccano alcuni momenti di geniale ilarità e alcuni dialoghi davvero "folli". Insomma niente di eccezionale ma una sana commedia che si lascia guardare volentieri. Voto: 6+

CAST: Steve Carell, Tina Fey, Mark Wahlberg, Taraji P. Henson, Jimmi Simpson, Common, William Fichtner, Leighton Meester, Kristen Wiig, Mark Ruffalo, James Franco, Mila Kunis

TRAMA: La tranquilla e ordinaria vita dei coniugi Foster viene improvvisamente movimentata quando, per uno scambio di persone, quella che doveva essere una rilassata serata a due si trasforma in un'avventura ad alto tasso adrenalinico.

CITAZIONE: "Zippati la bocca"

TAGLINE: Alcune serate iniziano con un bacio... e finiscono col botto!

martedì 14 settembre 2010

SUL MARE di Alessandro D'Alatri

COMMENTO: Questo nuovo film di D'Alatri non mi ha convinto: il regista mette in scena una storia d'amore (con finale sociale sulle "morti bianche") piuttosto banalotta e superficiale. Il film naufraga tra frasi fatte, voci fuori campo, primissimi piani, qualche battuta (del bravo Raffaele Vassallo) e immagni da cartolina di Ventotene. Gli interpreti sono esordienti e mentre Castiglio se la cava la Codecasa invece no. Insomma un film insipido. Voto: 5/6

CAST: Dario Castillo, Martina Codecasa, Anna Ferzetti, Mino Manni, Adriana Marega, Vincenzo Merolla, Kevin Notsa Mao, Nunzia Schiano, Salvio Simeol, Alberto Angrisano

TRAMA: Il 20enne Salvatore vive a Ventotene, ama il mare e ha una barca con cui d'estate porta in giro i turisti. D'inverno, quando l'isola si svuota dai vacanzieri, Salvatore per mantenersi deve andare a lavorare come muratore nei cantieri sulla terraferma, rinunciando alla sua vita libera e scanzonata. Poi, un giorno, Salvatore conosce Martina, una ragazza di Genova che arriva a Ventotene per fare delle immersioni, di cui si innamora profondamente. Mosso da questo nuovo sentimento il ragazzo decide di dare una svolta alla sua vita e inizia a fare progetti per cambiare il suo destino. Tuttavia, nel culmine della felicità per Salvatore, la ragazza svanisce...

CITAZIONE: "Chi deve essere salvato non lo sa di che cosa ha bisogno."

TAGLINE: L'amore è come l'estate... quando inizia speri sia per sempre.

lunedì 13 settembre 2010

IL PROFETA di Jacques Audiard

COMMENTO: Audiard ci propone un film cattivo senza etica e mai moralista. Racconta la storia con completezza visiva e narrativa, evita gli stereotipi e se ne frega del politicamente corretto ma racconta l'evoluzione del protagonista che non asseconda le sue radici ma si "vende" alle persone che possono fargli comodo. Audiard ci racconta l'universo senza speranza nel mondo delle carceri, dove conta solo la violenza e l'avidità. Ultima perla: Rahim e Arestrup veramente straordinari. Voto: 7 1/2

CAST: Tahar Rahim, Niels Arestrup, Adel Bencherif, Hichem Yacoubi, Reda Kateb, Jean-Philippe Ricci, Gilles Cohen, Antoine Basler, Leïla Bekhti, Pierre Leccia

TRAMA: Malik El Djebena viene condannato a sei anni di prigione. Giovane e fragile, ma estremamente intelligente nonostante sia analfabeta, Malik inizia a svolgere 'missioni' per un gruppo di detenuti corsi che ha imposto la propria legge all'interno dell'istituto penale. Con il passare del tempo, il ragazzo si guadagna la loro completa fiducia riuscendo ben presto a sfruttare la situazione a proprio vantaggio.

CITAZIONE: "Quando esci per me le tue uscite mi appartengono."

TAGLINE: Uccidi o sarai ucciso

Monza si è tinta di ROSSO!

Grandiosa prestazione di forza della Ferrari a Monza. Un Alonso quasi impeccabile (la partenza di Nando mi ha fatto inca$$are) segna una netta vittoria (con l'aggiunta di Pole e Giro veloce) nel GP di casa! Bravissimi gli uomini del muretto e, sopratutto, del box che hanno permesso a Fernando di sopravanzare Button. Ora Nando è 3° nel mondiale a soli 21 punti da Webber.
Plausi anche a Massa (buon 3° ma non ottimo) e Button. Ieri la Red Bull non c'era proprio e Hamilton ha fatto una cagata che lo escluso dalla gara. Ora Singapore, nella speranza che Monza non sia stata un fuoco di paglia!

domenica 12 settembre 2010

ALICE IN WONDERLAND di Tim Burton

COMMENTO: Un film che ha lasciato fredda la critica ma che a me è piaciuto. Il mondo immaginato da Lewis Carroll è rappresentato in modo magnifico (Il talento visionario di Burton è davvero innegabile) e i personaggi sono davvero azzeccati. Meno dark del solito Burton si rivolge più ai bambini e anche quseta mossa è giusta. Insomma un viaggio "nel paese della meraviglie" che cattura lo spettatore. Ottima la regia e un cast davvero efficace (un plauso alla bravissima Bonham Carter, regina rossa dalla grossa testa!) Voto: 7

CAST: Mia Wasikowska, Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway, Crispin Glover, Matt Lucas, Stephen Fry, Michael Sheen, Alan Rickman, Barbara Windsor

TRAMA: La 19enne Alice è da sempre convinta di essere pazza: non si interessa alle conversazioni, non comprende le rigide regole sociali del suo mondo e soprattutto non riesce a dimenticare il sogno ricorrente che la perseguita fin da bambina, nel quale si trova catapultata in un mondo "delle meraviglie" dove gli animali sanno parlare. Un pomeriggio, durante una festa, mentre sta per fidanzarsi con "l'ottimo partito" che sua madre ha scelto per lei, le si materializza davanti agli occhi una delle visioni della sua infanzia: un coniglio bianco con tanto di orologio e panciotto. Ad Alice non resta che seguirlo e ritrovarsi in un mondo che credeva solo di aver sognato, per adempiere al suo destino e riscoprire la magia dell'esistenza...

CITAZIONE: "Prima eri molto più... moltosa! Hai perso la tua moltezza."

venerdì 10 settembre 2010

PRINCE OF PERSIA - LE SABBIE DEL TEMPO di Mike Newell

COMMENTO: Sarà un film "stupidotto", sarà un fumettone, sarà un "Pirati dei Caraibi" ambientato in Persia, sarà più un videogioco che un film ma a me Prince of Persia è piaciuto! Grande uso di effetti speciali, scene d'azione a go-go, dialoghi pieni di ironia, scene divertenti (la corsa degli struzzi nello "struzzodromo"), ottimo cast (un bravo Gyllenhaal e un bravissimo Molina). Insomma, è un film di puro intrattenimento ma funziona tutto alla perfezione e offre due ore di sano divertimento. Voto: 7

CAST: Jake Gyllenhaal, Gemma Arterton, Ben Kingsley, Alfred Molina, Steve Toussaint, Toby Kebbell, Richard Coyle, Ronald Pickup, Reece Ritchie, Gísli Örn Garðarsson

TRAMA: Il principe Dastan, affascinante mascalzone, si troverà costretto suo malgrado a unire le forze con la misteriosa principessa Tamina per lottare con lei contro le forze oscure che vogliono impadronirsi di un antico e leggendario pugnale. La poderosa arma infatti è in grado di scatenare le 'Sabbie del Tempo' e può permettere al suo possessore di dominare il tempo e con esso il mondo.

CITAZIONE: "La forza del nostro paese è la lama che tiene uniti i nostri fratelli"
E' stata una settimana densa di avvenimenti... l'anniversario del mio matrimonio, il compleanno di mia mamma e di mia sorella (che compie gli anni oggi!), la vaccinazione del piccolo Lele, l'inizio dell'asilo di Alle, l'annuncio del film/serie tv su La Torre Nera... insomma settimana impegnativa ma ora arriva il fine settimana. Domani ho un matrimonio (l'ultimo per quest'anno) e domenica c'è il GP a Monza (sono molto poco fiducioso per la Ferrari!)... quindi anche il fine settimana sarà piuttosto "corposo". Insomma, come al solito, vi auguro un BUON FINE SETTIMANA, poi ci risentiamo lunedì per i ragguagli!

giovedì 9 settembre 2010

I TRE EVANGELISTI di Fred Vargas

COMMENTO: La Vargas è davvero una narratrice magistrale ed è una creatrice di personaggi davvero magnifici e splendidamente caratterizzati. Dopo Adamsberg ci presenta gli evangelisti e devo riconoscerle che sono personaggi "fuori dal comune" ma simpaticissimi. I tre romanzi della trilogia poi sono molto belli e narrati con uno stile molto efficace. Ora due parole sui singoli romanzi della trilogia.

-- Chi è morto alzi la mano --
L'assassino l'ho indovinato dopo un centinaio di pagine ma non è questo l'importante. La Vargas sembra fregarsene della "semplicità" del mistero ma si concentra sulla caratterizzazione dei personaggi e sul dipanarsi della storia e devo sinceramente dire che anche se l'assassione era già identificato non riuscivo a staccarmi dalla storia. I tre evangelisti sono personaggi, al pari di Adamsberg, mostruosi. Sono divertenti, intriganti, in poche parole f-a-v-o-l-o-s-i, e la Vargas è una narratrice con i controfiocchi, tanto da non riuscire mai a staccarsi dalla storia magistralmente narrata. Un romanzo letteralmente da divorare!

-- Un po' più in là sulla destra --
L'inizio è piuttosto lentino e il nuovo personaggio di Louis Kehlweiler non si riesce ad inquadrare bene ma verso la metò il libro prende quota e, come al solito, la Vargas ti attanaglia alla storia e diventa una sfida staccarsi dal libro. Alta nota di merito: questa volta l'assassino non è così scontato! Piccola nota di demerito: i tre evangelisti sono poco "utilizzati" perchè il vero protagonista è Kehlweiler.

-- Io sono il Tenebroso --
Anche questo romanzo è più Kehlweiler che gli evangelisti anche se rispetto a Un po' più in la sulla destra sono maggiormente presenti i tre "santi". Romanzo come sempre davvero efficace anche se probabilmente è il più debole della trilogia. Rimane un ottimo thriller, pieno di bei personaggi e scritto davvero bene.

TRAMA: In Chi è morto alzi la mano un faggio è misteriosamente spuntato dal nulla nel giardino della cantante lirica Sophia Siméonidis, potrebbe essere uno scherzo, lo strano regalo di un ammiratore oppure un sinistro presagio. Ma quando nel giro di poche settimane una piccola strada residenziale di Parigi diverrà teatro di un omicidio ci vorrà molto intuito per riuscire a raccapezzarsi. Tre giovani storici disoccupati e squattrinati non sembrano la squadra più idonea per risolvere un caso di omicidio delicato e sfuggente, eppure a volte istinto e improvvisazione arrivano più lontano di quanto si possa immaginare...
In Un po' più in là sulla destra, Louis Kehlweiler, mentre è in appostamento su una panchina, trova per terra un frammento di osso umano. Una traccia perduta dentro la città. All'apparenza ormai definitivamente. Eppure Kehlweiler la segue, con i suoi soliti due aiutanti. La segue con ostinazione e ossessione fino ad arrivare in un piccolo villaggio della Bretagna...
In Io sono il Tenebroso due giovani donne sono uccise a Parigi a colpi di forbice. La polizia è convinta di essere a un passo dal colpevole, il serial killer pronto a colpire ancora. Ma le cose, come sempre, non hanno mai una faccia sola... Un altro caso per l'ex poliziotto deluso dalla vita e i tre storici improvvisati detective.

X-MEN LE ORIGINI: WOLVERINE di Gavin Hood

COMMENTO: Partiamo dalle note positive: Schreiber è davvero magnifico e spesso "ruba la scena" a un pur bravo Jackman, belle le scene d'azione (anche se alcune sono esageratissime), alcune battute sono divertenti. Passiamo alle note negative: la sceneggiatura è un po' "farfallona" nel senso che non approfondisce il risvolto psicologico dei personaggi (la cattiveria di Victor, la bestia in Wolverine, ecc...) ma li lascia solo in superficie preferendo l'azione. Insomma discreto ma inferiore alle aspettative. Voto: 6/7

CAST: Hugh Jackman, Liev Schreiber, Danny Huston, Will i Am, Lynn Collins, Kevin Durand, Dominic Monaghan, Taylor Kitsch, Daniel Henney, Ryan Reynolds, Tim Pocock

TRAMA: Il violento e romantico passato di Logan-Wolverine, che per la sua sete di vendetta ha accettato di entrare nel programma militare ideato da William Stryker, chiamato 'Arma X', venendo così trasformato in una feroce macchina da guerra in possesso di incredibili poteri di guarigione, artigli retrattili e una furia primaria.

CITAZIONE: "Hai l'aria di un uomo che sta per fare qualcosa di male."

La torre nera: IL FILM (Mio commento)

Bene, dopo la notiziona data poco fa sulla trasposizione cimentografica/televisiva della daga della Torre Nera faccio un mio personalissimo commento: dunque la notizia è esplosiva ma ho qualche dubbio...
  1. Non so se trasporre la saga della Torre sia fattibile... un po' per l'enorme mole della saga, un po per le atmosfere ma sopratutto perchè non so se voglio vedere l'epopea di Roland al cinema. Il cinema non ha il respiro del romanzo e ho paura che questa saga venga sminuita dai tempi e dai tagli che il cinema impone.
  2. Il cast è un altro punto di dubbio... chi sarà Roland? Roland è sempre stato nell'immaginario collettivo Clint Eastwood, ma Clint non ha più l'età... e quindi?
  3. Il Budget per rapperesentare "degnamente" la saga dovrebbe essere a dir poco MOSTRUOSO e credo che nessuna major possa investire tanto, in un'operazione così rischiosa. La Torre Nera non è così "famosa" come Il Signore degli anelli. I romanzi non hanno una popolarità così vasta e quindi credo che la Universal non rischierà più di tanto.
  4. Il regista non è un dilettante ma per la saga della Torre serviva forse un regista più "visionario". Howard è un buon regista ma non un ottimo regista. Tra i miei favoriti per la Torre avrei visto meglio un Abrams, Spielberg, Cameron, Nolan. Howard è un "mestierante" ma ci voleva un poeta visionario.
Questi sono solo alcuni dubbi iniziali, ma ce ne sono tanti! Alla fine mi rimane una domanda: ma ce n'era veramente bisogno?

The Dark Tower: il film si farà!

E' ufficiale! Ron Howard dirigerà per la Universal un colossale adattamento della Torre Nera, la saga fantasy di Stephen King, che arriverà al cinema... e in televisione! Un investimento mostruoso, con una serie tv che approfondirà i temi della saga, sceneggiata da Akiva Goldsman, a cui spetterà il compito di partorire anche lo script per la versione cinematografica. Da tempo ’sogno’ di Hollywood, La Torre Nera sembrava fosse finita tra le mani di J.J. Abrams, fino a quando i diritti sono stati acquistati da Ron Howard, Brian Grazer e Akiva Goldsman, riusciti nella titanica impresa di rendere ufficiale il progetto. L'idea è quella di far uscire un primo episodio al cinema seguito da una prima stagione televisiva, poi un secondo episodio cinematografico (la serie televisiva sarà un "ponte" verso questo secondo film), seguito dalla ripresa della serie tv, che questa volta sarà dedicata alla vita del giovane protagonista Roland Deschain. Infine, un terzo episodio cinematografico si concentrerà sulle avventure di un Deschain adulto. Tutte le storyline saranno accompagnate da una graphic novel scritta dallo stesso King. E se volete essere sicuri che il tutto si farà date un'occhiata alla Press Release Ufficiale sul sito dello Zio Steve.

Ron Howard: Quello che fece Peter Jackson però si limitava a una storia cinematografica. L'approccio che vogliamo dare noi è totalmente a sé, ma è guidato comunque dal materiale originale. Che sia per la TV o per il cinema, il rischio è sempre di tradire la storia originale. L'ambizione del progetto pretende un budget da grande schermo. Ma se ci fossimo dedicati solo al cinema, avremmo dovuto negare al pubblico le sfumature e l'intimità che alcuni di questi personaggi sanno dare, e molti colpi di scena possono essere contestualizzati solo in una colossale serie televisiva. La speranza è che il pubblico si appassioni in modo da permetterci di proseguire oltre al primo e secondo anno di lavoro. E' un territorio completamente nuovo per me, come regista cinematografico. Sarà una esperienza di vita incredibile per tutti noi, e cercheremo di rendere giustizia alla storia e a questo universo.

Akiva Goldsman: Alcune delle riprese verranno effettuate per entrambe le piattaforme, ed è una cosa mai fatta prima, girare contemporaneamente sia per il cinema che per la TV. Ci sentiamo dei bambini in un negozio di dolciumi.

mercoledì 8 settembre 2010

MATRIMONI E ALTRI DISASTRI di Nina Di Majo

COMMENTO: La commedia della Di Majo cerca di imitare i modelli della commedia britannica. La trama c'è, gli attori anche (Volo è bravo, la Buy magnifica) ma il film non è riuscito. Perchè? Non c'è una causa precisa ma è un insieme di piccole cose e di scarsa originalità. Alcune cadute di stile, personaggi di contorno troppo macchiettizzati (la Littizzetto, nel classico ruolo della sfigata, è poco incisiva), alcune situazioni lasciate sospese, l'eccessiva lunghezza... insomma tanti piccoli difettucci che non fanno decollare quello che poteva essere un gran film. Voto: 6+

CAST: Margherita Buy, Fabio Volo, Luciana Littizzetto, Marisa Berenson, Mehmet Günsür, Francesca Inaudi, Mohammed Bakri, Massimo De Francovich, Elisabetta Piccolomini

TRAMA: Firenze. Nanà ha 40 anni, è single, vive con il suo gatto Marcel e gestisce insieme all'amica Benedetta una piccola libreria. Nanà è contenta della sua vita e non cerca niente di più, ma l'organizzazione del matrimonio di sua sorella Beatrice stravolgerà le sue abitudini e insinuerà in lei una serie di dubbi che mineranno le sue certezze...

Formula 1 NEWS!

Le novità dal Consiglio FIA odierno:
  1. Per il caso Ferrari il Consiglio Mondiale della FIA, all'unanimità, ha confermata la sanzione di 100.000 dollari alla casa di Maranello. Nessuna penalizzazione a piloti o team nelle classifiche iridate. Nel corso della riunione è stato anche proposto di rivedere la norma che proibisce gli ordini di scuderia. [sarebbe ora]
  2. Calendario 2011: le gare saranno 20, entrerà nel circus il GP d'India. Si inizierà il 13 marzo in Bahrain e si concluderà il 27 novembre in Brasile
  3. La FIA ha confermato ufficialmente che non ci sarà un 13mo team in Formula 1 nel 2011 e la griglia resterà di 24 vetture perchè “nessuno dei team candidati è stato ritenuto idoneo per partecipare al campionato”. [Virgin, HRT e Lotus bastano e avanzano!]
  4. Ai piloti che saranno troppo "spericolati" fuori dalla pista potrà essere sospesa o revocata la superlicenza! [giustissimo!]

Rispondere è cortesia!

Recentemente ho scritto ad alcune case editrici (ISBN Edizioni, Sperling & Kupfer, Einaudi, Feltrinelli e Fanucci) per avere delucidazioni sulle date di uscita di alcuni libri. Risultato? Solo ISBN, il giorno dopo l'invio dell'email, mi ha risposto, da tutte le altre SILENZIO ASSOLUTO! Allora mi chiedo: che cavolo serve mettere in bella vista l'indirizzo email per contattarli SE POI NON RISPONDONO!! Potrebbero almeno dire qualcosa, dare un cenno, rispondermi che non possono darmi l'informazione... invece IL NULLA! Allora dedico il dito medio a Sperling & Kupfer, Einaudi, Feltrinelli e Fanucci e un ringraziamento a ISBN Edizioni per la cortese e solerte risposta!

AGGIORNAMENTO: Oggi mi ha risposto anche la Einaudi... quindi un plauso anche a lei!

martedì 7 settembre 2010

E' COMPLICATO di Nancy Meyers

COMMENTO: La nuova commedia della Meyers non è particolarmente originale, ha parecchi piccoli difetti (l'eccessiva lunghezza in primis) ma ha due grandi punto di forza: i dialoghi (brillanti e alcuni davvero esilaranti), e i protagonisti (la magnifica Streep, Baldwin e la mitica macchietta Krasinski). Ci sono punti di quasi-noia ma anche alcune scene divertenti (lo spinello, Krasinski che scopre la relazione tra i due). Insomma non originale ma davvero godibile! Voto: 6 1/2

CAST: Meryl Streep, Steve Martin, Alec Baldwin, John Krasinski, Lake Bell, Mary Kay Place, Rita Wilson, Alexandra Wentworth, Hunter Parrish, Zoe Kazan, Caitlin Fitzgerald

TRAMA: Jane è proprietaria di un ristorante, è divorziata da diversi anni dal marito Jake, procuratore distrettuale con cui ha mantenuto rapporti amichevoli, e ha tre figli grandi. In occasione della cerimonia di laurea di uno dei loro figli, Jane e Jake si ritrovano a passare insieme un intero fine settimana che si trasformerà in una passionale relazione clandestina, poiché l'uomo si è ormai risposato con la più giovane Agness. E a complicare la già ben ingarbugliata situazione si aggiungerà Adam, l'architetto incaricato di rimodernare la cucina di Jane, divorziato di recente che, invaghitosi di lei, si troverà coinvolto suo malgrado in un intricato quadrilatero amoroso.

TAGLINE: Prima c'è il matrimonio. Poi il divorzio. E poi...

lunedì 6 settembre 2010

REMEMBER ME di Allen Coulter

COMMENTO: [contiene spoiler] Fino a metà il film si guarda, la melensaggine, i drammi e i sentimenti sono rappresentati con una discreta sensibilità, ma poi inzia una serie di stereotipi da far paura fino al colpo di scena finale, il drammonissimo nel dramma, che è una martellata! C'era bisogno di tirare in ballo l'11 settembre? Assolutamente NO! Comunque di buono c'è un'elegante fotografia, un buon cast (sopratutto quello di contorno) ma purtroppo è un'occasione persa. Voto: 5/6

CAST: Robert Pattinson, Caitlyn Rund, Moisés Acevedo, Emilie de Ravin, Noel Rodriguez, Kevin P. McCarthy, Chris Cooper, Athena Currey, Lena Olin, Gregory Jbara

TRAMA: New York, 1991. Una donna viene uccisa sulla banchina di una metropolitana davanti agli occhi della sua bambina. Sopravvissuta alla morte della madre e all'affetto apprensivo del padre, dieci anni dopo quella bambina è una diciannovenne fragile ma determinata a farcela. Studentessa di sociologia col vizio del dessert a inizio pasto, Ally incontra e innamora l'introverso Tyler Hawkins, figlio arrabbiato di un ricco uomo di affari, che ha perso il primogenito in circostanze tragiche e ha dimenticato di corrispondere gli altri "eredi". Travolti da amore e passione Ally e Tyler condividono un lutto doloroso e la voglia di ricominciare. Ma il destino deciderà altrimenti, ferendo per sempre al cuore la loro vita e la loro città.

CITAZIONE: "Qualcuno sta cercardo di dirmi: fa che lei ti ricordi per sempre… sto lavorando al per sempre."

TAGLINE: Il tuo destino può cambiare in un momento

Appunti dal fine settimana

Sabato sono stato, come anticipato, al mare con mia moglie SENZA FIGLI!!! Dopo quattro anni ci siamo presi una giornata completamente per noi. Siamo andati a Lerici, ci siamo rilassati, abbiamo mangiato il pesce, abbiamo preso un po' di sole, abbiamo passeggiato... insomma è stata una giornata meravigliosa!!!

Ieri Fini ha dato il definitivo addio al PDL e sopratutto al Berlusconismo... era ora! E da oggi, anche se sono di centrosinistra, lo stimo ancora di più.

Sempre ieri abbiamo assistito all'ennesimo dramma nel motociclismo. Al di la di tutto volevo solo segnalare che sono altamente INDIGNATO per il fatto che la gara non sia stata sospesa. Va bene lo spettacolo ma che neppure di fronte alla morte il business si fermi è SCANDALOSO!

domenica 5 settembre 2010

DUE VITE PER CASO di Alessandro Aronadio

COMMENTO: Una riflessione sull'nicertezza di vivere degli ultimi anni e una domanda: la rabbia è insita nella persona o sono gli avvenimenti della vita a portare alla rabbia. Aronadio, senza dare una risposta precisa, usa il metodo "Slidind Doors" per raccontarci la catena degli eventi della vita di Matteo (un bravo Balducci). Non tutto funziona alla perfezione (la parte finale sopratutto) ma le situazioni con la famiglia, gli amori e l'amico sono davvero efficaci e la solita bravissima Ragonese è una piccola perla in più. Voto: 6/7

CAST: Lorenzo Balducci, Ivan Franek, Isabella Ragonese, Sarah Felberbaum, Teco Celio, Monica Scattini, Rocco Papaleo, Riccardo Cicogna, Niccolò Senni, Ivano De Matteo

TRAMA: Matteo e Sandro guidano velocemente in una piovosa notte romana. Sandro si è ferito al pollice e Matteo lo sta conducendo al pronto soccorso, ma per un malfunzionamento dei freni, tamponano l'auto di due poliziotti in borghese che per pronta risposta li fermano, li perquisiscono e li colpiscono violentemente. Una volta rilasciati dalla questura, i due vorrebbero ottenere giustizia in tribunale ma un avvocato gli consiglia il patteggiamento per evitare ulteriori problemi. Il segno di quell'esperienza resta però dentro Matteo, facendo crescere in lui una rabbiosa frustrazione che si attutisce solo quando incontra Sonia, cameriera del locale Aspettando Godard. Ma cosa sarebbe successo se in quella stessa notte d'aprile Matteo avesse frenato in tempo?