mercoledì 30 gennaio 2013

lunedì 14 gennaio 2013

Tranquillo, o mio amico lettore, non ti ho abbandonato... è che in questo periodo sono super-indaffaratissimo e non riesco a trovare il tempo di scrivere le mie solite cavolate. Spero che questo momento passi alla svelta...

martedì 1 gennaio 2013

martedì 25 dicembre 2012

venerdì 21 dicembre 2012

BUONE FESTE!!!

Tra poche ore, esattamente alle 18.30, inizieranno le feste Natalizie. Purtroppo quest'anno non potrò fare 2 settimane intere perchè nella mia azienda è previsto lo spostamento della sala macchine pertanto dovrò essere reperibile il 28712 e al lavoro il 3 e il 4 gennaio. Vabbè, cercherò di godermi al meglio i giorni che passerò a casa. Ora a tutti voi, o miei fedeli lettori, auguro di cuore un sereno Natale e un buon inzio 2013.

martedì 18 dicembre 2012

UN NATALE IN GIALLO di AA.VV.

COMMENTO: Non sono un amante dei racconti ma qualche tempo fa, in libreria, mi è capitato sotto mano questo libro e quando ho notato che all'interno c'era un racconto di Malvaldi e per di più un racconto sui mitici vecchietti del BarLume non ho saputo resistere e l'ho comprato. Poi ho iniziato a leggerlo ma, sarà che sto attraversando un periodo di "stanca" o che come detto a me i racconti non piacciono molto, che fatica finirlo. A parte il racconto di Malvaldi non ho trovato nessun racconto davvero bello. Si leggono ma non con entusiasmo.

TRAMA: Gli investigatori di questa antologia di racconti gialli sono personaggi di grande successo, fissi nel ricordo dei lettori per essere protagonisti di storie poliziesche in cui l’elemento personale è fondamentale. In queste nuove avventure, più che l’intreccio, è la persona di ciascuno di loro che costituisce il fulcro della narrazione. Sono certamente alle prese con intrighi e crimini: è nella loro natura. Ma la curiosità sta soprattutto nel vederli impegnati con se stessi, a sistemare la loro vita quotidiana, a fare i conti con i loro tic, le loro idiosincrasie, le loro paure, e soprattutto con l’ambiente in cui vivono. Come banco per questa dura prova s’è eletto il Natale. La ricorrenza più significativa e densa per tutti e anche per loro. I giorni in cui ci si sente molto soli o troppo in compagnia e, più che in tutti gli altri giorni, ognuno è portato a darsi pensiero di se stesso. Com’è il loro Natale, il Natale dei nostri investigatori, è la storia che racconta questo libro.

domenica 16 dicembre 2012

IL CAVALIERE OSCURO - IL RITORNO di Christopher Nolan

COMMENTO: Ma quanto è bello questo film! Nolan ci regala l'ennesimo maestoso film e chiude la sua trilogia di Batman nel modo più spettacolare. Per non parlare di un cast mai così meraviglioso, di una fotografia da far accaponare la pelle e una colonna sonora che è davvero azzeccata e d'atmosfera. Insomma, per l'ennesiam volta Nolan non sbaglia e mi chiedo se qualcuno avrà il coraggio di competere con lui per un eventuale reboot! Voto: 8 1/2

CAST: Christian Bale, Gary Oldman, Tom Hardy, Joseph Gordon-Levitt, Anne Hathaway, Marion Cotillard, Morgan Freeman, Michael Caine, Matthew Modine

TRAMA: Sono passati otto anni da quando Batman è scomparso nella notte, trasformato da eroe in fuggiasco, con la reputazione di difensore della legge macchiata per la morte del D.A. Harvey Dent. Tuttavia, la comparsa di un misterioso e scaltro "gatto ladro", ma soprattutto i pericolosi piani distruttivi messi in atto dal malvagio terrorista Bane, costringeranno Bruce a ritornare dall'esilio autoimpostosi e a indossare nuovamente cappuccio e mantello per aiutare la città e le forze di polizia nella loro lotta contro il temibile criminale. L'intervento di Batman, però, potrebbe non essere sufficiente a fermare Bane...

CITAZIONE: "Chiunque può essere un eroe, anche un uomo che fa una cosa semplice e rassicurante come mettere un cappotto sulle spalle di un bambino, per fargli capire che il mondo non è finito."

TAGLINE: Il fuoco divamperà

lunedì 10 dicembre 2012

QUEL CHE ORA SAPPIAMO di Catherine Dunne

COMMENTO: L'ennesima grande prova della Dunne. Un romanzo pieno di sofferenza, dolore, lutti ma anche un libro pieno di forza d'amore: l'amore di coppia, quello della famiglia, quello tra padre e figlio. Come sempre la Dunne si dimostra una grandiosa indagatrice del dolore umano ma lo fa con qualla grazia e quella dolcezza che alla fine non è il dolore la parte che rimane ma quello dei sentimenti positivi.

TRAMA: Daniel Grant è un adolescente appassionato e di talento: la musica, il disegno, la fotografia, le uscite in barca a vela. Ha un amico del cuore, che per lui è come un fratello, e una famiglia allargata calorosa e avvolgente nella sua complessità. Non manca niente, e il futuro si preannuncia altrettanto generoso. Fino a una domenica di settembre e a un evento tragico che precipita Ella e Patrick, i suoi genitori, in una voragine di dubbi e sensi di colpa. Perché è accaduto? E loro, sempre così dediti e attenti, dov'erano? Quali segnali non hanno saputo o voluto cogliere? Scoprire la verità, per quanto dolorosa, è l'unico modo per dare un senso e prospettive dignitose a una vita che sembra aver perso ogni sapore, ogni colore. Perché "non c'è nulla di più potente della conoscenza", anche quando rischia di annientarti. Comincia così una ricerca ostinata di tracce e responsabilità, fatta anche di brucianti attriti familiari, che illumina a poco a poco di una luce diversa volti, situazioni, dettagli appena intravisti e poi rimossi, ma restituisce al tempo stesso la certezza della gioia condivisa, dell'amore scambiato. E il finale, contrariamente a ogni aspettativa, è una festa, un commiato colmo di speranza...

domenica 9 dicembre 2012

BENVENUTI AL NORD di Luca Miniero

COMMENTO: Dopo il gustoso (e sopratutto remuneroso) "Benvenuti al Sud" la fabbrica italiana non poteva non lanciarsi nel facile sequel per cercare di raggranellare i soliti euro. E quindi vai con questo filmetto che, come quasi tutti i seguiti nati per fare cassa, fallisce miseramente. Storiella inutile e piatta, poco divertente e in cui anche i due mattatori Bisio e Siani sembrano fuori posto e annoiati. Insomma a parte qualche momento divertente il film è bruttino. Punto! Voto: 5 1/2

CAST: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo, Nunzia Schiano, Salvatore Misticone, Paolo Rossi, Fulvio Falzarano, Ippolita Baldini, Francesco Brandi

TRAMA: Le vicende del 'nordista' Alberto e del 'sudista' Mattia, con le rispettive famiglie, sono destinate a incrociarsi ancora, ma con nuovi presupporti. Silvia, la moglie di Alberto, ormai detesta Milano: polveri sottili, ozono troposferico e il marito interamente assorbito dal lavoro, anzi, dal famigerato progetto e.r.p.e.s. (acronimo: efficienza, rapidità, puntualità, energia, sorriso) delle Poste. Nel frattempo lo scansafatiche Mattia e la moglie Maria vivono a casa della madre, con il figlioletto Edinson. Ma poi, l'arrivo a Milano di Mattia - con annesso giubbotto fendinebbia - travolgerà ancora una volta la vita di Alberto.

CITAZIONE: "Questo è milanese da cinque minuti e già mi sta sul cazzo!"

sabato 8 dicembre 2012

DIARIO D'INVERNO di Paul Auster

COMMENTO: Il solito bravissimo Auster questa volta ci parla di se stesso e della sua vita. Arrivato ad una certa età inizia un viaggio della memoria che lo porta a rivedere il cammino fatto. Ci sono momenti di rara bellezza, ci sono momenti un po' meno scorrevoli ma la maestria del narratore nasconde anche le pecche di un'opera che mi puzzava di autocelebrazione ma è un vero viaggio nella vita, quella di pancia, quella vissuta, non quella del grande autore di narrativa qual'è. Insomma un plauso ad Auster per averci aperto il cuore dei suoi ricordi.

TRAMA: «Pensi che a te non succederà mai, che sei l'unica persona al mondo a cui queste cose non succederanno mai e poi, a una a una, cominciano a succederti tutte, esattamente come succedono a tutti gli altri».Diario d'inverno è il catalogo della vita di un uomo raccontato attraverso il suo corpo. In nessun altro libro Paul Auster era stato tanto spietato e dolce. Forse perché - trent'anni dopo L'invenzione della solitudine - si tratta di nuovo di arrivare alla verità, la piú nascosta, quella piú dolorosa, ma anche quella piú preziosa. La verità su se stessi.

LA MEMORIA DEL CUORE di Michael Sucsy

COMMENTO: Davvero non offre nulla di nuovo. Semplicemente una storia d'amore ben raccontata e ben recitata in cui il merito principale del regista è quello di non aver ceduto al facile happy end a tutto tondo ma aver creato un finale, sicuramente buonista ma non eccessivo. Bravi i due interpreti davvero azzeccati. Voto: 6 1/2

CAST: Rachel McAdams, Channing Tatum, Jessica Lange, Sam Neill

TRAMA: Leo e Paige si sono sposati da poco. Dopo un incedente stradale, Paige entra in coma e quando ne esce ha completamente perso la memoria. Sarà compito di Leo riuscire a farla innamorare nuovamente di lui e sbaragliare la concorrenza di un "nuovo" spasimante: l'ex-fidanzato di Paige...

CITAZIONE: "Io ti prometto di amarti ardentemente, in ogni tuo momento ora e per sempre. Prometto di non dimenticare mai che questo è un amore che capita una sola volta nella vita e di sapere sempre nel profondo della mia anima che qualunque difficoltà possa riuscire a dividerci troveremo sempre la strada per ritrovarci!"

RIBELLE - THE BRAVE di Mark Andrews, Brenda Chapman, Steve Purcell

COMMENTO: Forse la Pixar non ha più il "tocco magico" ma questo Ribelle è comunque un buon film. Non è una storia originalissima, ci sono alcuni punti che si erano già visti (alcuni punti sembrano "Koda, fratello orso") ma comunque il film risulta davvero bello, fortunatamente molto meglio di Cars 2. Tecnicamente, come sempre, ineccepibile. Però... però... dalla Pixar mi aspettavo molto di più, sopratutto sulla storia. Voto: 7 1/2

TRAMA: Merida, giovane erede di una dinastia reale e aspirante arciere, decide di mettere in gioco la sua vita e andare contro il suo destino, per scoprire il vero significato del coraggio...

CITAZIONE: "Alcuni dicono che al destino non si comanda, che il destino non è una cosa nostra. Ma io so che non è così. Il nostro destino vive in noi, bisogna soltanto avere il coraggio di vederlo."

TAGLINE: Change your fate.

venerdì 7 dicembre 2012

E anche questo sarà un weekend lungo. Lunedì sarò in ferie, quindi vi do appuntamento a martedì per gli eventuali aggiornamenti. Per il momento io vi auguro semplicemente un...

...buon FREDDO weekend!!!

lunedì 3 dicembre 2012

MICRO di Michael Crichton & Richard Preston

COMMENTO: Sono del parere che quando un autore muore lasciando un libro incompiuto questo debba essere lasciato così... incompiuto. Cercare un autore per finire il manoscritto è un'autentica eresia, una bieca operazione commerciale. Questo Micro andava lasciato nel cassetto perchè davvero ci si chiede: Cosa c'è di Crichton in questo libro? Sicuramente l'idea di partenza e probabilmente i primi capitoli ma non venitemi a dire che "era quasi terminato" perchè non ci credo. Di Crichton non c'è praticamente nulla e Presto non è riuscito a "far finta" di essere Crichton. Personaggi senza un briciolo di caratterizzazione, storia banale che procede stancamente, "effetti speciali" fintissimi, scene macabre inutili. Insomma forse ci hanno guadagnato una patacca di soldi ma Crichton non meritava questo trattamento!

TRAMA: Honolulu, Hawaii. In un buio stabile di periferia, ufficio di un piccolo avvocato del luogo, regna il silenzio. Tutto sembra in ordine. Se non fosse per tre cadaveri stesi sul pavimento. Sul loro corpo non ci sono segni di lotta, solo dei piccolissimi ma profondi e letali tagli. L'unico indizio trovato sul luogo del delitto è un minuscolo robot, quasi invisibile all'occhio umano, dotato di lame affilatissime. La polizia brancola nel buio. Quello che tutti ignorano è che la Nanigen Micro-Technologies, una società che si occupa di microtecnologie mediche, nella foresta hawaiana nasconde una base segreta, dove mette alla prova apparecchiature finora ignote alla comunità scientifica. Qui è in corso un'operazione rivoluzionaria dai finanziamenti occulti, tesa a studiare le infinite forme di vita di cui brulica il sottobosco per sfruttarne le risorse a scopo medicinale. I dirigenti della Nanigen sono pronti a uccidere chiunque metta i bastoni fra le ruote a questo investimento miliardario. Ma per i loro laboratori hanno bisogno di reclutare nuovi, ignari scienziati: un gruppo di dottorandi delll'università di Harvard capitanati da Peter Jansen, esperto di veleni, e Karen King, aracnologa. I sette giovani, una volta approdati alle Hawaii, si trovano catapultati di persona in un pericolosissimo esperimento scientifico, e costretti a fronteggiare una natura sorprendentemente ostile e sconosciuta. La foresta è piena di tranelli e ogni ramo, ogni radice che si insinua nel terreno nascondono minacce mortali, pronte a sopraffarli. E l'unica arma che gli studiosi possono usare per difendersi è la loro conoscenza del regno vegetale e animale…

domenica 2 dicembre 2012

CHRONICLE di Josh Trank

COMMENTO: Ma i supereroi sono davvero buoni? Questo piccolo film ci mostra tre ragazzi che un giorno ricevono superpoteri ma non tutti ne sapranno fare buon uso perchè la vita condiziona anche loro. Un buon film a basso budget e strutturato come cinema-verità che offre davvero 84 minuti di buon cinema. Voto: 7

CAST: Dane DeHaan, Alex Russell, Michael B. Jordan, Michael Kelly, Ashley Hinshaw, Bo Petersen

TRAMA: Andrew, Matt e Steve, tre studenti delle scuole superiori fanno una incredibile scoperta: sono infatti dotati di poteri misteriosi, al di là della loro comprensione. Col tempo, i tre amici imparano a gestire le loro abilità e a usarle a proprio vantaggio, ma a un certo punto i loro lati più oscuri inizieranno a prendere il sopravvento.

CITAZIONE: "Il leone non si sente in colpa quando uccide la gazzella, giusto? Voi non vi sentite in colpa qundo schiacciate una mosca... credo che significhi qualcosa!"

TAGLINE: E tu di cosa sei capace?