martedì 25 dicembre 2012

venerdì 21 dicembre 2012

BUONE FESTE!!!

Tra poche ore, esattamente alle 18.30, inizieranno le feste Natalizie. Purtroppo quest'anno non potrò fare 2 settimane intere perchè nella mia azienda è previsto lo spostamento della sala macchine pertanto dovrò essere reperibile il 28712 e al lavoro il 3 e il 4 gennaio. Vabbè, cercherò di godermi al meglio i giorni che passerò a casa. Ora a tutti voi, o miei fedeli lettori, auguro di cuore un sereno Natale e un buon inzio 2013.

martedì 18 dicembre 2012

UN NATALE IN GIALLO di AA.VV.

COMMENTO: Non sono un amante dei racconti ma qualche tempo fa, in libreria, mi è capitato sotto mano questo libro e quando ho notato che all'interno c'era un racconto di Malvaldi e per di più un racconto sui mitici vecchietti del BarLume non ho saputo resistere e l'ho comprato. Poi ho iniziato a leggerlo ma, sarà che sto attraversando un periodo di "stanca" o che come detto a me i racconti non piacciono molto, che fatica finirlo. A parte il racconto di Malvaldi non ho trovato nessun racconto davvero bello. Si leggono ma non con entusiasmo.

TRAMA: Gli investigatori di questa antologia di racconti gialli sono personaggi di grande successo, fissi nel ricordo dei lettori per essere protagonisti di storie poliziesche in cui l’elemento personale è fondamentale. In queste nuove avventure, più che l’intreccio, è la persona di ciascuno di loro che costituisce il fulcro della narrazione. Sono certamente alle prese con intrighi e crimini: è nella loro natura. Ma la curiosità sta soprattutto nel vederli impegnati con se stessi, a sistemare la loro vita quotidiana, a fare i conti con i loro tic, le loro idiosincrasie, le loro paure, e soprattutto con l’ambiente in cui vivono. Come banco per questa dura prova s’è eletto il Natale. La ricorrenza più significativa e densa per tutti e anche per loro. I giorni in cui ci si sente molto soli o troppo in compagnia e, più che in tutti gli altri giorni, ognuno è portato a darsi pensiero di se stesso. Com’è il loro Natale, il Natale dei nostri investigatori, è la storia che racconta questo libro.

domenica 16 dicembre 2012

IL CAVALIERE OSCURO - IL RITORNO di Christopher Nolan

COMMENTO: Ma quanto è bello questo film! Nolan ci regala l'ennesimo maestoso film e chiude la sua trilogia di Batman nel modo più spettacolare. Per non parlare di un cast mai così meraviglioso, di una fotografia da far accaponare la pelle e una colonna sonora che è davvero azzeccata e d'atmosfera. Insomma, per l'ennesiam volta Nolan non sbaglia e mi chiedo se qualcuno avrà il coraggio di competere con lui per un eventuale reboot! Voto: 8 1/2

CAST: Christian Bale, Gary Oldman, Tom Hardy, Joseph Gordon-Levitt, Anne Hathaway, Marion Cotillard, Morgan Freeman, Michael Caine, Matthew Modine

TRAMA: Sono passati otto anni da quando Batman è scomparso nella notte, trasformato da eroe in fuggiasco, con la reputazione di difensore della legge macchiata per la morte del D.A. Harvey Dent. Tuttavia, la comparsa di un misterioso e scaltro "gatto ladro", ma soprattutto i pericolosi piani distruttivi messi in atto dal malvagio terrorista Bane, costringeranno Bruce a ritornare dall'esilio autoimpostosi e a indossare nuovamente cappuccio e mantello per aiutare la città e le forze di polizia nella loro lotta contro il temibile criminale. L'intervento di Batman, però, potrebbe non essere sufficiente a fermare Bane...

CITAZIONE: "Chiunque può essere un eroe, anche un uomo che fa una cosa semplice e rassicurante come mettere un cappotto sulle spalle di un bambino, per fargli capire che il mondo non è finito."

TAGLINE: Il fuoco divamperà

lunedì 10 dicembre 2012

QUEL CHE ORA SAPPIAMO di Catherine Dunne

COMMENTO: L'ennesima grande prova della Dunne. Un romanzo pieno di sofferenza, dolore, lutti ma anche un libro pieno di forza d'amore: l'amore di coppia, quello della famiglia, quello tra padre e figlio. Come sempre la Dunne si dimostra una grandiosa indagatrice del dolore umano ma lo fa con qualla grazia e quella dolcezza che alla fine non è il dolore la parte che rimane ma quello dei sentimenti positivi.

TRAMA: Daniel Grant è un adolescente appassionato e di talento: la musica, il disegno, la fotografia, le uscite in barca a vela. Ha un amico del cuore, che per lui è come un fratello, e una famiglia allargata calorosa e avvolgente nella sua complessità. Non manca niente, e il futuro si preannuncia altrettanto generoso. Fino a una domenica di settembre e a un evento tragico che precipita Ella e Patrick, i suoi genitori, in una voragine di dubbi e sensi di colpa. Perché è accaduto? E loro, sempre così dediti e attenti, dov'erano? Quali segnali non hanno saputo o voluto cogliere? Scoprire la verità, per quanto dolorosa, è l'unico modo per dare un senso e prospettive dignitose a una vita che sembra aver perso ogni sapore, ogni colore. Perché "non c'è nulla di più potente della conoscenza", anche quando rischia di annientarti. Comincia così una ricerca ostinata di tracce e responsabilità, fatta anche di brucianti attriti familiari, che illumina a poco a poco di una luce diversa volti, situazioni, dettagli appena intravisti e poi rimossi, ma restituisce al tempo stesso la certezza della gioia condivisa, dell'amore scambiato. E il finale, contrariamente a ogni aspettativa, è una festa, un commiato colmo di speranza...

domenica 9 dicembre 2012

BENVENUTI AL NORD di Luca Miniero

COMMENTO: Dopo il gustoso (e sopratutto remuneroso) "Benvenuti al Sud" la fabbrica italiana non poteva non lanciarsi nel facile sequel per cercare di raggranellare i soliti euro. E quindi vai con questo filmetto che, come quasi tutti i seguiti nati per fare cassa, fallisce miseramente. Storiella inutile e piatta, poco divertente e in cui anche i due mattatori Bisio e Siani sembrano fuori posto e annoiati. Insomma a parte qualche momento divertente il film è bruttino. Punto! Voto: 5 1/2

CAST: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo, Nunzia Schiano, Salvatore Misticone, Paolo Rossi, Fulvio Falzarano, Ippolita Baldini, Francesco Brandi

TRAMA: Le vicende del 'nordista' Alberto e del 'sudista' Mattia, con le rispettive famiglie, sono destinate a incrociarsi ancora, ma con nuovi presupporti. Silvia, la moglie di Alberto, ormai detesta Milano: polveri sottili, ozono troposferico e il marito interamente assorbito dal lavoro, anzi, dal famigerato progetto e.r.p.e.s. (acronimo: efficienza, rapidità, puntualità, energia, sorriso) delle Poste. Nel frattempo lo scansafatiche Mattia e la moglie Maria vivono a casa della madre, con il figlioletto Edinson. Ma poi, l'arrivo a Milano di Mattia - con annesso giubbotto fendinebbia - travolgerà ancora una volta la vita di Alberto.

CITAZIONE: "Questo è milanese da cinque minuti e già mi sta sul cazzo!"

sabato 8 dicembre 2012

DIARIO D'INVERNO di Paul Auster

COMMENTO: Il solito bravissimo Auster questa volta ci parla di se stesso e della sua vita. Arrivato ad una certa età inizia un viaggio della memoria che lo porta a rivedere il cammino fatto. Ci sono momenti di rara bellezza, ci sono momenti un po' meno scorrevoli ma la maestria del narratore nasconde anche le pecche di un'opera che mi puzzava di autocelebrazione ma è un vero viaggio nella vita, quella di pancia, quella vissuta, non quella del grande autore di narrativa qual'è. Insomma un plauso ad Auster per averci aperto il cuore dei suoi ricordi.

TRAMA: «Pensi che a te non succederà mai, che sei l'unica persona al mondo a cui queste cose non succederanno mai e poi, a una a una, cominciano a succederti tutte, esattamente come succedono a tutti gli altri».Diario d'inverno è il catalogo della vita di un uomo raccontato attraverso il suo corpo. In nessun altro libro Paul Auster era stato tanto spietato e dolce. Forse perché - trent'anni dopo L'invenzione della solitudine - si tratta di nuovo di arrivare alla verità, la piú nascosta, quella piú dolorosa, ma anche quella piú preziosa. La verità su se stessi.

LA MEMORIA DEL CUORE di Michael Sucsy

COMMENTO: Davvero non offre nulla di nuovo. Semplicemente una storia d'amore ben raccontata e ben recitata in cui il merito principale del regista è quello di non aver ceduto al facile happy end a tutto tondo ma aver creato un finale, sicuramente buonista ma non eccessivo. Bravi i due interpreti davvero azzeccati. Voto: 6 1/2

CAST: Rachel McAdams, Channing Tatum, Jessica Lange, Sam Neill

TRAMA: Leo e Paige si sono sposati da poco. Dopo un incedente stradale, Paige entra in coma e quando ne esce ha completamente perso la memoria. Sarà compito di Leo riuscire a farla innamorare nuovamente di lui e sbaragliare la concorrenza di un "nuovo" spasimante: l'ex-fidanzato di Paige...

CITAZIONE: "Io ti prometto di amarti ardentemente, in ogni tuo momento ora e per sempre. Prometto di non dimenticare mai che questo è un amore che capita una sola volta nella vita e di sapere sempre nel profondo della mia anima che qualunque difficoltà possa riuscire a dividerci troveremo sempre la strada per ritrovarci!"

RIBELLE - THE BRAVE di Mark Andrews, Brenda Chapman, Steve Purcell

COMMENTO: Forse la Pixar non ha più il "tocco magico" ma questo Ribelle è comunque un buon film. Non è una storia originalissima, ci sono alcuni punti che si erano già visti (alcuni punti sembrano "Koda, fratello orso") ma comunque il film risulta davvero bello, fortunatamente molto meglio di Cars 2. Tecnicamente, come sempre, ineccepibile. Però... però... dalla Pixar mi aspettavo molto di più, sopratutto sulla storia. Voto: 7 1/2

TRAMA: Merida, giovane erede di una dinastia reale e aspirante arciere, decide di mettere in gioco la sua vita e andare contro il suo destino, per scoprire il vero significato del coraggio...

CITAZIONE: "Alcuni dicono che al destino non si comanda, che il destino non è una cosa nostra. Ma io so che non è così. Il nostro destino vive in noi, bisogna soltanto avere il coraggio di vederlo."

TAGLINE: Change your fate.

venerdì 7 dicembre 2012

E anche questo sarà un weekend lungo. Lunedì sarò in ferie, quindi vi do appuntamento a martedì per gli eventuali aggiornamenti. Per il momento io vi auguro semplicemente un...

...buon FREDDO weekend!!!

lunedì 3 dicembre 2012

MICRO di Michael Crichton & Richard Preston

COMMENTO: Sono del parere che quando un autore muore lasciando un libro incompiuto questo debba essere lasciato così... incompiuto. Cercare un autore per finire il manoscritto è un'autentica eresia, una bieca operazione commerciale. Questo Micro andava lasciato nel cassetto perchè davvero ci si chiede: Cosa c'è di Crichton in questo libro? Sicuramente l'idea di partenza e probabilmente i primi capitoli ma non venitemi a dire che "era quasi terminato" perchè non ci credo. Di Crichton non c'è praticamente nulla e Presto non è riuscito a "far finta" di essere Crichton. Personaggi senza un briciolo di caratterizzazione, storia banale che procede stancamente, "effetti speciali" fintissimi, scene macabre inutili. Insomma forse ci hanno guadagnato una patacca di soldi ma Crichton non meritava questo trattamento!

TRAMA: Honolulu, Hawaii. In un buio stabile di periferia, ufficio di un piccolo avvocato del luogo, regna il silenzio. Tutto sembra in ordine. Se non fosse per tre cadaveri stesi sul pavimento. Sul loro corpo non ci sono segni di lotta, solo dei piccolissimi ma profondi e letali tagli. L'unico indizio trovato sul luogo del delitto è un minuscolo robot, quasi invisibile all'occhio umano, dotato di lame affilatissime. La polizia brancola nel buio. Quello che tutti ignorano è che la Nanigen Micro-Technologies, una società che si occupa di microtecnologie mediche, nella foresta hawaiana nasconde una base segreta, dove mette alla prova apparecchiature finora ignote alla comunità scientifica. Qui è in corso un'operazione rivoluzionaria dai finanziamenti occulti, tesa a studiare le infinite forme di vita di cui brulica il sottobosco per sfruttarne le risorse a scopo medicinale. I dirigenti della Nanigen sono pronti a uccidere chiunque metta i bastoni fra le ruote a questo investimento miliardario. Ma per i loro laboratori hanno bisogno di reclutare nuovi, ignari scienziati: un gruppo di dottorandi delll'università di Harvard capitanati da Peter Jansen, esperto di veleni, e Karen King, aracnologa. I sette giovani, una volta approdati alle Hawaii, si trovano catapultati di persona in un pericolosissimo esperimento scientifico, e costretti a fronteggiare una natura sorprendentemente ostile e sconosciuta. La foresta è piena di tranelli e ogni ramo, ogni radice che si insinua nel terreno nascondono minacce mortali, pronte a sopraffarli. E l'unica arma che gli studiosi possono usare per difendersi è la loro conoscenza del regno vegetale e animale…

domenica 2 dicembre 2012

CHRONICLE di Josh Trank

COMMENTO: Ma i supereroi sono davvero buoni? Questo piccolo film ci mostra tre ragazzi che un giorno ricevono superpoteri ma non tutti ne sapranno fare buon uso perchè la vita condiziona anche loro. Un buon film a basso budget e strutturato come cinema-verità che offre davvero 84 minuti di buon cinema. Voto: 7

CAST: Dane DeHaan, Alex Russell, Michael B. Jordan, Michael Kelly, Ashley Hinshaw, Bo Petersen

TRAMA: Andrew, Matt e Steve, tre studenti delle scuole superiori fanno una incredibile scoperta: sono infatti dotati di poteri misteriosi, al di là della loro comprensione. Col tempo, i tre amici imparano a gestire le loro abilità e a usarle a proprio vantaggio, ma a un certo punto i loro lati più oscuri inizieranno a prendere il sopravvento.

CITAZIONE: "Il leone non si sente in colpa quando uccide la gazzella, giusto? Voi non vi sentite in colpa qundo schiacciate una mosca... credo che significhi qualcosa!"

TAGLINE: E tu di cosa sei capace?

sabato 1 dicembre 2012

A CASA CON JEFF di Jay Duplass & Mark Duplass

COMMENTO: Una commedia sottile splendidamente recitata sul male di crescere. Tutto il film è sulle spalle del bravo Segel, capace di dare al personaggio di Jeff quel sentimento di malessere, quella ricerca di un qualcosa in cui "essere ricordato". Ma si scoprirà che questo malessere non è solo suo ma anche dalle persone della sua famiglia che credono di essere felici.  Voto: 6 1/2

CAST: Jason Segel, Ed Helms, Susan Sarandon, Judy Greer, Rae Dawn Chong, Steve Zissis, Evan Ross

TRAMA: Jeff e Pat sono due fratelli diversissimi tra loro. Jeff, nonostante l’età, vive ancora in casa con la madre, indossa i calzoni corti, passa le giornate a fumare erba e aspetta che il destino gli mandi indicazioni sul suo futuro. Pat, invece, ha un lavoro ed è sposato con Linda, anche se la ignora per dedicarsi ai suoi sogni...

TAGLINE: The first step to finding your destiny is leaving your mother's basement.

venerdì 30 novembre 2012

CENA TRA AMICI di Alexandre de La Patellière & Matthieu Delaporte

COMMENTO: Davvero una gradittisima sopresa questa commedia francese piena di situazioni e battute divertenti e con un cast davvero ottimo. Il film ricorda "Carnage" di Polanski ma questo è un film molto più leggero. Insomma si ride di gusto per tutta la durata del film. Voto: 7

CAST: Patrick Bruel, Valérie Benguigui, Charles Berling, Guillaume de Tonquedec, Judith El Zein, Françoise Fabian, Yaniss Lespert, Miren Pradier, Alexis Leprise, Juliette Levant, Bernard Murat

TRAMA: Élisabeth e suo marito Pierre hanno organizzato una cena per festeggiare il fratello di lei, Vincent, che sta per affrontare il grande passo della paternità. In attesa di Anna, la giovane moglie di Vincent perennemente in ritardo, Élisabeth, Pierre e Claude - un amico d'infanzia, anche lui invitato alla cena - incalzano bonariamente il futuro papà con una serie di questioni, tra cui la fatidica domanda sul nome del nascituro. La sua risposta scatenerà un'accesa discussione dai risvolti imprevisti...

giovedì 29 novembre 2012

Io domani e lunedì sono in ferie...

...pertanto...

ci sentiamo MARTEDI'!!!!

lunedì 26 novembre 2012

I CUSTODI DELLA BIBLIOTECA di Glenn Cooper

COMMENTO: Lo avevo già detto con il secondo libro della Biblioteca: non erano necessari i seguiti!!! Il primo libro bastava ed era assolutamente un buon libro. Già il secondo mostrava le forzature di voler spiegare troppe cose ma con questo terzo libro il tutto peggiora ulteriormente. Senza voler svelare nulla della trama in questo libro Cooper rimescola un po' tutte le carte per aprire nuovi scenari e il castello di carte crolla. Perchè diventa un seplice thriller, perchè immette personaggi inutili e mal caratterizzati, perchè la storia non è efficace. Mi spiace davvero perchè Cooper è un buon narratore ma è stato colpito dalla "sindrome della trilogia a tutti i costi" che purtroppo è divenuta molto di moda.

TRAMA: Il silenzio in cui si sono suicidati gli scrivani di Vectis. Dopo aver compilato la sterminata Biblioteca che riporta il giorno di nascita e di morte di ogni uomo vissuto dall’VIII secolo in poi, la loro eredità è una data: il 9 febbraio 2027. Ma la giovane Clarissa non sa nulla di tutto ciò. Il suo unico pensiero è fuggire. Fuggire da quell’abbazia maledetta, per mettere in salvo il dono più prezioso che Dio le abbia mai concesso. Mentre il mondo s’interroga su cosa accadrà davvero il 9 febbraio 2027, alcune persone ricevono una cartolina sulla quale ci sono il disegno di una bara e una data: il giorno della loro morte. Proprio come all’inizio della straordinaria serie di eventi che avevano portato alla scoperta della Biblioteca dei Morti. C’è soltanto una differenza: tutte le «vittime» sono di origine cinese. È una provocazione? Un avvertimento? Will Piper ha trovato la pace: sa che vivrà oltre il 9 febbraio 2027, e ha deciso di lasciarsi alle spalle l’enigma della Biblioteca di Vectis e la sua secolare scia di sangue. Almeno finché suo figlio non parte all’improvviso per l’Inghilterra e poi sparisce nel nulla. D’un tratto, per Will, ogni cosa torna a ruotare intorno all’origine della Biblioteca dei Morti. Lì dove tutto è cominciato. E dove tutto finirà.

CHOCOLAT di Lasse Hallström

COMMENTO: Una discreta favola con tanto tanto tanto cioccolato ed affini. Il film è un po' troppo zuccheroso per i miei gusti ma scorre piuttosto bene e con un cast ben assortito. Hallström non offre nulla di nuovo ma ha il merito di utilizzare una sicura ricetta d'effetto per portare a termine il compito. Insomma... piacevole! Ah, una cosa: se siete troppo amanti dei dolci statene lontani o per tutto il film avrete l'acquilina in bocca! Voto: 6 1/2

CAST: Alfred Molina, Carrie-Anne Moss, John Wood, Lena Olin, Peter Stormare, Juliette Binoche, Judi Dench, Johnny Depp

TRAMA: Un giorno, nel minuscolo villaggio francese di Lansquenet, arrivano la giovane Vianne con sua figlia Anouk. Madre e figlia, appena arrivate, aprono un negozio di cioccolata che, con la sua vetrina scintillante e ben fornita, risveglia gli appetiti nascosti o repressi della sparuta comunità. In breve Vianne si costruisce una solida reputazione ma... anche un nemico: il conte di Reynaud, convinto che la cioccolata alla lunga causerà la rovina della città e del codice morale che la governa. Alla lunga il dualismo sfocia in confronto aperto fra due fazioni: favorevoli e contrari al negozio. Fra la schiera di sostenitori di Vianne anche il giovane e misterioso Roux, che vive su una barca lungo il fiume. Roux è in grado a sua volta di risvegliare il desiderio più sopito della giovane: quello di essere amata da qualcuno.

CITAZIONE: "Pensavo che non l'avresti mai indovinato... La mia preferita... cioccolata calda."

TAGLINE: Basta un assaggio.

GRAZIE LO STESSO NANDO!

Era una missione impossibile e infatti è andata come da pronostico. Vettel è per la terza volta consecutiva il campione del mondo ma noi ferraristi dobbiamo essere orgogliosi del nostro pilota. FERNANDO ALONSO meritava di vincere, ha corso da grandissimo campione, ma purtroppo la vettura non gli ha consentito di vincere il titolo. Alonso ha dato davvero tutto, il "muretto" quest'anno non ha mai sbagliato, chi è mancato è stato Massa per gran parte dell'anno ma sopratutto i progettisti che non hanno saputo rendere competitiva la F2012. Già essere arrivati all'ultima gara ancora in corsa per il mondiale ed averlo perso di soli 3 punti (maledetti quei punti persi quando Nando fu cacciato fuori malamente) è un miracolo... il miracolo chiamato Fernando. Ora si dovrà ricominciare ma la mia paura è che, essendo il regolamento ancora congelato, la Red Bull abbia ancora molto margine di vantaggio e con una galleria che non funziona a dovere e progettisti come i nostri credo che l'anno prossimo andrà peggio... (lo so sono sempre pessimista!). Vi lascio con le parole di Nando:

Abbiamo cercato di fare il meglio, come al solito. Sono partito settimo ed abbiamo finito sul podio ancora una volta, come abbiamo fatto per tutta la stagione. Penso che non abbiamo avuto la macchina più veloce, come è stato evidente in tutte le gare, ed è stato un miracolo che abbiamo lottato per il campionato qui. Ed è stato un miracolo fino all’ultimo giro, perché grazie al lavoro perfetto del team ci siamo trovati in questa posizione. E anche se abbiamo perso il campionato oggi, dobbiamo essere orgogliosi di aver concluso al secondo posto. Siamo secondi nel Campionato di Formula 1 piloti e costruttori. E quando si lotta con tutto il tuo cuore e con tutta la tua forza per tanti mesi, senza fare un solo errore, né la squadra né io, dobbiamo essere molto orgogliosi.

GRAZIE DI TUTTO NANDO!!!

domenica 25 novembre 2012

GLI SFIORATI di Matteo Rovere

COMMENTO: Il titolo riassume perfettamente la mia critica al film, perchè Rovere sfiora appena le tematiche che affronta senza mai affondare realmente nella storia. Tutto appare superficiale, abbozzato e si sente la mancanza di psicologia dei personaggi. Miriam Giovanelli è davvero solo molto "bona" ma poco "attrice", Bosca non riesce a dare intensità al personaggio più complesso. Non è un brutto film ma si poteva osare di più. Voto: 6

CAST: Andrea Bosca, Miriam Giovanelli, Claudio Santamaria, Michele Riondino, Aitana Sánchez-Gijón, Asia Argento

TRAMA: Belinda, 17enne fuggevole e luminosa, sorella di Méte, torna a Roma per il matrimonio dei genitori. I due ragazzi, figli dello stesso padre, si conoscono appena e sono diversissimi tra loro. Belinda non esce mai e vive senza preoccupazioni apparenti. Méte, che ha perso la madre da sei mesi, è profondo e responsabile ed ha un rapporto tutt'altro che risolto con il padre Sergio, commentatore sportivo di una TV locale. Soprattutto, Méte non accetta la volontà del padre di sposarsi con Virna, la madre di Belinda...

sabato 24 novembre 2012

THE WAY BACK di Peter Weir

COMMENTO: Che bella questa odissea nel nome della libertà. Un gruppo di prigionieri di un gulag russo che percorrono migliaia di chilometri per fuggire dalla prigionia. Solo pochi di loro ce la faranno. Weir è il solito magnifico poeta delle immagini (la fotografia è qualcosa di spettacolare) e due immensi Farrell e Harris completano questo film struggente. Sembra un "piccolo" film, in realtà è parecchio "grande". Voto: 7 1/2

CAST: Colin Farrell, Mark Strong, Saoirse Ronan, Jim Sturgess, Ed Harris

TRAMA: Unione Sovietica, 1940. Una notte, durante una bufera di neve, sette prigionieri scappano da un Gulag sovietico e si avventurano per migliaia di chilometri, in un viaggio insidioso attraverso un territorio ostile. Nonostante la libertà, sentono che la loro fuga ha poche possibilità di riuscita: hanno poco cibo, nessun equipaggiamento a disposizione, non sanno la loro esatta posizione e tantomeno la loro meta. A spingerli a proseguire saranno l'istinto di sopravvivenza, la paura, la compassione, la fiducia ed un solo, unico principio: andare sempre avanti...

TAGLINE: La fuga era solo l'inizio

...21 anni senza Freddie...

STILL LOVING YOU

venerdì 23 novembre 2012

IL PREDATORE di Cody McFadyen

COMMENTO: Finalmente è tornato McFadyen con la sua Smoky Barrett. Adoro questa serie, adoro il personaggio di Smoky e adoro lo stile asciutto di McFadyen. Aspettavo questo libro da tanto tempo e devo dire che non ne sono rimasto affatto deluso. Il libro scorre davvero benissimo e la storia è davvero tagliente. Forse è un po' troppo lungo (alcune parti risultano un po' annaquate) ma fidatevi... vale la pena gustarselo tutto d'un fiato!!!

TRAMA: «Non sei tu che devi servire la paura. È la paura che deve servire te.» L’agente FBI Smoky Barrett ha perso il marito e la figlia per mano di un folle omicida. Dopo tre anni, si è rifatta una vita: ha di nuovo un uomo accanto, una ragazzina di cui prendersi cura, e continua il suo lavoro nella sezione dell’FBI destinata a dare la caccia ai serial killer. Smoky è abituata a confrontarsi con il lato oscuro della vita. Ma quello che sta per vedere, quello che sta per succedere, non se l’aspettava. Durante il matrimonio di una collega, una macchina sopraggiunge a gran velocità e, senza neppure fermarsi, scaraventa sul selciato davanti alla chiesa una donna. Ha il capo rasato e porta i segni di torture prolungate. È stata tenuta segregata per otto anni, sempre nel buio più totale, da qualcuno che si fa chiamare Dalí. E adesso Dalí ha deciso di lanciare la sua sfida a Smoky Barrett. E sa benissimo dove colpire, per rendere la sua trappola mortale.

Alonso o Vettel? Le scommesse sono aperte!

E così siamo arrivati anche all'ultimo GP di Formula 1, quello dove verrà assegnato il titolo piloti. Le uniche armi a disposizione di Alonso sono gufate, macumbe o vendere l'anima al diavolo... se alla vettura di Vettel non succede qualcosa o se il tedesco non fa una cazzatona enorme non ci sono davvero speranze. Se il titolo dovesse andare al pilota che quest'anno è stato più forte dovrebbe vincere Alonso che mai come quest'anno ha corso così bene ma il fatto è che nella Formula 1 moderna vince chi ha la vettura più forte e con la Lattina con le ruote progettata da Newey non c'è storia. Le speranze per la Ferrari sono base, basse, basse ma la storia moderna (vedi Raikkonen/Hamilton nel 2007, Hamilton/Massa nel 2008 o Vettel/Alonso/Webber nel 2010) insegna che tutto può succedere, anche se io ormai sono rassegnato...
Anyway, io auguro comunque a tutti un BUON WEEKEND!!!

PS: Che ne dici, o bibliofilo, di un post scaramantico? Magari non conta una beata mazza ma male non fa...

giovedì 22 novembre 2012

MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek

COMMENTO: Una commedia pirandelliana per Ozpetek che come al solito mette in campo un cast davvero eccezionale. Non è all'altezza dei suoi film più belli ma è un film davvero molto godibile. La sceneggiatura (dello stesso regista e della Pontermoli) non è esente da difetti, il film è lento ad ingranare e certe situazioni rimangono un po' sospese nel nulla, ma comunque alla fine si rimane soddifatti. Voto: 6 1/2

CAST: Elio Germano, Beppe Fiorello, Margherita Buy, Platinette, Vittoria Puccini, Anna Proclemer, Claudia Potenza, Andrea Bosca, Cem Yilmaz

TRAMA: Con l'aiuto della cugina Maria, il giovane Pietro, arrivato a Roma dalla Sicilia col sogno di fare l'attore, trova una bella casa da prendere in affitto, un appartamento d'epoca che emana un fascino tutto particolare. Pietro è contento ma la sua felicità dura pochi giorni: nelle stanze cominciano a manifestarsi inquietanti presenze. Sono otto persone, eccentriche, molto eleganti, perfettamente truccate. Pietro deve superare uno spavento iniziale, poi a poco a poco comincia a parlare con questi strani personaggi. Inizia così a ricostruire una lontana storia accaduta 69 anni prima, nel 1943, che ha coinvolto una compagnia teatrale oggi dimenticata. Pietro ritrova l'unica protagonista vivente, Livia Morosini, primadonna del palcoscenico, diva invidiosa delle colleghe...

CITAZIONE: "Non so neppure essere gay, figuriamoci eteresessuale."

TAGLINE: Credere per vedere

mercoledì 21 novembre 2012

10 REGOLE PER FARE INNAMORARE di Cristiano Bortone

COMMENTO: L'introduzione con la "voce fuori campo" doveva mettermi sull'attenti, ma purtroppo non ho dato ascolto alla mia vocina interiore... Se non fosse per la presenza di Salemme questo film non sarebbe altro che un incrocio tra un Moccia e un Brizzi (qui sceneggiatore). Davvero... a parte qualche battuta e qualche situazione il film non offre nulla su nessun fronte. Una regia "televesiva", una sceneggiatura piatta e banale, attori (ma si possono definire così?) pietosi. Insomma, non è del tutto disgustoso ma è un brutto film. Voto: 5 1/2

CAST: Giulio Berruti, Piero Cardano, Pietro Masotti, Enrica Pintore, Vincenzo Salemme, Guglielmo Scilla, Fatima Trotta

TRAMA: Come conquistare una donna in dieci mosse: è questo l'insegnamento che Renato, chirurgo estetico di successo e indomabile donnaiolo, vuole impartire al diciottenne figlio Marco impelagato in una storia d'amore apparentemente impossibile. Tuttavia, se a mettere in pratica le dieci regole d'oro è un ragazzo timido e impacciato il risultato può essere tutt'altro che prevedibile...

CITAZIONE: "Perché alla fine una cosa l'ho capita: che in amore c'è una sola regola, e cioè che non esistono regole!"

lunedì 19 novembre 2012

MARILYN di Simon Curtis

COMMENTO: Davvero bello questo film che rievoca la lavorazione del film "Il principe e la ballerina" ma supratutto magistrale l'interpretazione della Williams nei panni, non facili, della grande Marilyn Monroe. Ed è brava lei e ottima la sceneggiatura nel tratteggiare bene, senza scimmiottare troppo, la grande fragilità della diva schiacciata dal dover essere sempre Marilyn. Altro grande punto di forza la bellissima interpretazione di un Branagh davvero in forma! Voto: 7

CAST: Michelle Williams, Eddie Redmayne, Julia Ormond, Kenneth Branagh, Toby Jones, Judi Dench, Emma Watson

TRAMA: Inghilterra, estate 1956. La star americana Marilyn Monroe arriva oltreoceano in luna di miele con il marito, il famoso drammaturgo Arthur Miller. La diva è stata chiamata per recitare in "Il principe e la ballerina" al fianco di Sir Laurence Olivier, leggenda del teatro e del cinema inglese. Quella stessa estate, il 23enne Colin Clark - neolaureato ad Oxford e aspirante regista - mette piede per la prima volta in vita sua in un set cinematografico. Vi rimarrà per sei mesi, ma a restare impressa nella sua memoria sarà una particolare 'magica' settimana passata insieme a Marilyn...

CITAZIONE: "Ecco cosa ricordo di più, il suo abbraccio, la sua fiducia in me, la gioia che ha dato, quello era il suo dono, ora, quando ripenso a lei, penso a quei giorni in cui un sogno diventò realtà e il mio unico talento fu quello di non chiudere gli occhi."

domenica 18 novembre 2012

LA LEGGENDA DEL VENTO di Stephen King

COMMENTO: Sono bastate poche righe per ricatapultarmi nel magnifico mondo della Torre Nera e ritrovarmi nel Medio-Mondo in compagnia di vecchi amici e la voce di King è la solita magnifica voce capace di raccontarti una storia senza che tu riesca a staccartene. Alla fine il risultato di questa nuova storia della Torre, anche se non significativa per quello che riguarda il cammino di Roland, è davvero efficace e come giudizio vale quello che King ha commentato: "Sono stato felice di scoprire che i miei vecchi amici avessero ancora qualcosa da dire. È stato un grande dono ritrovarli quando ormai da molti anni pensavo che tutte le loro storie fossero state raccontate." Io spero che ci siano altre storie di Roland e compagni che King ci voglia raccontare.

TRAMA: Lo starkblast è una tempesta di violenza inimmaginabile, un vento gelido che trasforma in statua di ghiaccio tutto ciò che trova sulla sua strada. Quando lo starkblast infuria, solo tre cose possono salvarti: solide pareti, un focolare, una buona storia per scaldare il cuore nella notte paurosa. Sorpresi dalla tormenta durante il cammino, Roland e i suoi compagni trovano rifugio in uno spettrale villaggio abbandonato. Qui, barricati nell'unico edificio sicuro, aspettano l'alba ascoltando affascinati ben due storie, l'una racchiusa nell'altra come scatole cinesi. La prima è un drammatico episodio della giovinezza di Roland: un tempo, il padre lo mandò ai confini del territorio ad affrontare uno skin-man, un mutante capace di trasformarsi in un orribile essere animalesco che mangia carne umana e che già ha lasciato una lunga scia di sangue. La seconda è la vicenda fantastica che, in quell'occasione, in una notte altrettanto infernale, Roland - ancora un ragazzo lui stesso - raccontò al piccolo Bill, l'unico testimone di una di quelle stragi. Mentre l'assassino si aggirava nell'ombra e raffiche polverose frustavano ululando le mura di pietra, Roland, per fare coraggio al bambino, ritrovò ricordi sepolti nella memoria. Una fiaba che l'aveva cullato tanto tempo prima la sera, tratta dai Racconti magici dell'Eld, e usata da sua madre per farlo addormentare: la storia di Kim Stoutheart è un tesoro senza tempo che vive per tutti noi.

sabato 17 novembre 2012

CENERENTOLA di Clyde Geronimi, Wilfred Jackson, Hamilton Luske

COMMENTO: Un'altra meravigliosa favola trasportata al cinema dalla Disney e l'ennisma grande magia. Raccontata in modo seplice, con tante canzoni (alcune belle altre meno) e con la classica animazione "a mano", forse meno efficace del computer ma molto più magica e poetica. Insomma anche Cenerentola è l'ennesimo capolavoro della Disney che fu! Voto: 7/8

TRAMA: Una giovane principessa viene degradata al rango di serva per mano di una matrigna crudele e delle sue sorellastre, Anastasia e Genoveffa. L'abitudine di sedere accanto alla cenere del focolare di casa le vale il titolo di "Cenerentola". Le angherie sono all'ordine del giorno, ma la protagonista sopporta con pazienza, complice una schiera di animaletti che le dispensano incoraggiamenti. L'occasione per un futuro migliore, grazie anche all'intervento di una fata buona, arriverà con un ricevimento indetto da un Re per trovare una degna moglie al proprio figlio...

CITAZIONE: "C'era una volta in una terra lontana lontana un minuscolo regno, pacifico prospero e ricco di antiche e poetiche tradizioni..."

venerdì 16 novembre 2012

A mercoledì!!!

Questo è davvero un fine settimana molto particolare visto che io lunedì e martedì solo in FERIE!!!! Che bello sapere di avere davanti 4 giorni di (speriamo) riposo...

Domenica c'è il GP di Formula 1 in Texas. E' il primo match-ball per Vettel. Credo che probabilmente non sarà in questo GP a vincere il mondiale ma nel prossimo. Comunque dormiamo sonni sereni noi ferraristi perchè tanto non ci sono possibilità di portare il mondiale a Maranello... 

A tutti voi che leggete questo post auguro un BUON WEEKEND... per chi volesse ripassare di qua... ci risentiamo mercoledì!!!

giovedì 15 novembre 2012

"Quand'ebbero lasciato il Palazzo Verde che dopotutto non era quello di Oz, ma che intanto era diventato la tomba di uno spiacevole individuo che il ka-tet di Roland aveva conosciuto come Tick-Tock, il giovane Jake prese a precedere Roland, Eddie e Susannah, distaccandosi da loro ogni giorno di più."

Sono bastate davvero poche parole ed io magicamente mi sono ritrovato nel Medio-Mondo in compagnia di vecchi amici...

mercoledì 14 novembre 2012

IL TEMPO E' UN DIO BREVE di Mariapia Veladiano

COMMENTO: Un libro difficile per le tematiche che tratta ma un libro davvero molto bello. Il nuovo romanzo della Veladiano parla di dolore, di paure, di difficoltà del vivere, dell'amore di coppia e dell'amore per i figli e tutte queste tematiche la protagonista le affronta con la sua fede. E' uno scontro duro perchè la vita le ha messo di fronte tante difficoltà e questa fede vacilla, a volte è piena di rabbia ma c'è sempre. La protagonista è una donna vera, piena di paure e debolezze ma anche forte nelle avversità. E' un romanzo all'apparenza doloroso ma alla fine pieno di speranza e Amore, quello con la A maiuscola. Non è una lettura facile, è un libro davvero complesso ma la Veladiano sa davvero come raccontare e il suo stile ti afferra e non ti molla.

TRAMA: C'è una donna che ripercorre la sua vita per arrivare al mistero del presente. C'è un amore che finisce e un altro che nasce, da difendere contro l'ombra del male che lo precede, l'ombra di tutti i mali, la morte. E se questo male investe un bambino allora una voragine si allarga sotto di noi. E possibile la lotta, come contro l'angelo, che è Dio. E forse possibile uscir feriti ma salvi e con un nome nuovo scritto nella propria storia e così forse un'altra vita ci aspetta. E questo il sogno di ogni amore. Che non finisca. O è solo una promessa. Ma una promessa è molto più potente di un sogno. In un paesaggio di neve e di incanti la protagonista, in compagnia del figlio, incontra un uomo; il male per un momento è confinato alla sua dissolvenza, costretto dalla forza tutta umana dell'amore che diventa divino nella potenza di un'ostinazione necessaria. Ci è stato dato e non può più morire. E quelli che ci hanno amato, tutti intorno a noi come alberi, colonne di un cielo silenzioso, con chiome piegate dalla bellezza della neve, a raccontarci l'eterna storia dell'amore: insieme è nulla la paura. Insieme è nulla la paura.

lunedì 12 novembre 2012

SINDROME DA CUORE IN SOSPESO di Alessia Gazzola

COMMENTO: E così la Gazzola ci porta alle radici della scelta di diventare medico legale della mitica Alice Allevi. E così vediamo l'arrivo della sua co-inquilina Yukino, vediamo come ha conosciuto il Dott. Conforti e la Wally e come ancora prima di prendere la decisione sia già una attira-cadaveri! L'unico difetto di questo libro è la sua lunghezza: è troppo corto!!! Per il resto... stile scorrevole e divertente, personaggi, come sempre, bellissimi e ben caratterizzati. Insomma una piccola chicca in attesa del nuovo romanzo lungo.

TRAMA: Alice Allevi ha un grosso problema. Si è appena resa conto di non voler più diventare un medico, ma non ha il coraggio di confessarlo a nessuno, e non sa cosa fare del suo futuro. Ma siccome la vita è sorprendente, sarà l’omicidio di una persona vicina alla sua famiglia a far scoprire ad Alice la sua vocazione: la medicina legale. Forse c’entra il suo intuito, che la induce a ficcanasare dove non dovrebbe, mettendo a rischio le indagini. Forse c’entra l’arrivo della sua nuova coinquilina Yukino, una studentessa giapponese che parla come un cartone animato e che stravolge le abitudini, non solo culinarie, di Alice. Forse c’entra nonna Amalia che, con saggezza mista a battute fulminanti, sa come districarsi fra i pettegolezzi di paese. Una cosa è certa: Alice non lo ammetterebbe mai, ma se sceglierà quella specializzazione, è soprattutto per rivedere Claudio Conforti, il giovane medico legale che ha conosciuto durante il sopralluogo. Vestito in maniera impeccabile, sorriso affilato come un bisturi, occhi travolgenti. Arrogante, sprezzante e... Irresistibile.

domenica 11 novembre 2012

CHEF di Daniel Cohen

COMMENTO: In un periodo in cui fanno da padrone trasmissioni e libri culinari non poteva mancare il film dal soggetto culinario. Per molti aspetti il film sembra un Ratatouille con personaggi in carne ed ossa e manca solo il topolino Remy. Il film si lascia guardare, grazie sopratutto alla bravura e simpatia del duo Reno/Youn (che sembrano anche fisicamente Gusteau e Linguini). Voto: 6 1/2

CAST: Jean Reno, Michaël Youn, Raphaëlle Agogué, Julien Boisselier, Salomé Stévenin, Serge Larivière

TRAMA: Uniti dalla passione per le ricette della tradizione francese ma con uno sguardo alle nuove tecniche culinarie, il celebre chef Alexandre Lagarde e il 32enne Jacky, appassionato di cucina e aspirante chef, affronteranno la sfida per riconquistare la "forchetta d'oro" e salvare l'onore e la gestione del ristorante più famoso di Parigi...

CITAZIONE: "Senza amore non siamo niente..."

TAGLINE: Riderete di gusto.

UN POLPO ALLA GOLA di Zerocalcare

COMMENTO: Forse meno divertente di "La profezia dell'armadillo" ma sicuramente molto più adulto e con una storia più... storia! Zerocalcare è UN GENIO! Le bellissime tavole, una bella storia, le mille citazioni agli anni '80, l'epilogo kinghiano, dialoghi divertentissimi... insomma davvero va fatto un monumento a questo autore. E se non lo avete ancora fatto correte sul suo blog zerocalcare.it e lasciatevi trascinare dalle sue mirabolanti avventure!!!

TRAMA: Tre amici, un comprensorio scolastico, un segreto. E quindici anni dopo, scoprire che ciascuno di loro credeva che il segreto fosse uno solo, ma che ognuno aveva il suo. E che ce n'era uno, più grande, che nessuno di loro sapeva.

I RE DEL MONDO di Don Winslow

COMMENTO: Forse non c'era bisogno di un prequel al meraviglioso "Le Belve", sicuramente non è tra i migliori libri di Winslow (anzi, probabilmente è il peggiore) ma questo "I re del mondo" a me è piaciuto assai assai. Adoro Winslow, adoro il suo stile "tarantiniano", adoro i dialoghi e i suoi personaggi. Insomma, anche se questo è il suo libro meno efficace è comunque bello bello bello!!!

TRAMA: Ben e Chon, gli eroi de "Le belve", hanno avviato da non molto il loro business: coltivare e diffondere ad ampio raggio la miglior marijuana di tutta la California. Ma qualcuno non è disposto a lasciar loro mano libera, senza mantenere il controllo e incassare una percentuale sui loro traffici. Finché si tratta di combattere con gli sbirri corrotti che si sono fatti avanti per riscuotere la tangente, Ben e Chon possono anche cavarsela con pochi danni. Ma il gioco dietro il ricatto è molto più ampio, e coinvolge nomi insospettabili: un'intera cricca di surfisti e hippy che si sono stancati di predicare pace e amore e hanno deciso di accumulare denaro nel modo più efficace e rapido che esista al mondo: il traffico di stupefacenti. Una cricca in affari da più di trent'anni, di cui fanno parte anche i genitori di Ben e Chon, e che ha per capo Doc Halliday, re del surf, convertito alla cocaina e legato a doppio filo con i narcos messicani...

sabato 10 novembre 2012

THE AMAZING SPIDER-MAN di Marc Webb

COMMENTO: Ormai ogni serie di super-eroi ha il suo reboot, quindi stavolta è toccato al mitico uomo ragno e la saga ricomincia da capo... stavolta, nelle mani di Marc Webb, il film si concentra maggiormente sulla psicologia dell'adolescente Peter Parker, che si trova tra le mani i super poteri e che deve capire che "da grandi poteri derivano grandi responsabilità". La resa tecnica è magistrale e Garfiled spazza via Maguire come miglior Spidey. Insomma, anche se non esente da difetti, è un ottimo reboot! Voto: 7 1/2

CAST: Andrew Garfield, Emma Stone, Rhys Ifans, Denis Leary, Martin Sheen, Sally Field, Campbell Scott

TRAMA: Peter Parker è un liceale emarginato che, abbandonato dai suoi genitori, è stato allevato dagli zii Ben e May. Come la maggior parte dei suoi coetanei, Peter è alle prese con i problemi quotidiani legati alla crescita tra cui il primo amore: quello per la compagna di scuola Gwen Stacy. Un giorno, Peter scopre una misteriosa valigetta che apparteneva al padre e decide di indagare sulla scomparsa dei suoi genitori. Le ricerche conducono alla Oscorp e al laboratorio del Dott. Curt Connors, un ex collega di suo padre. Ben presto, Peter dovrà scontrarsi con l'alter ego di Connors, the Lizard, e fare i conti con l'improvvisa comparsa di superpoteri che determineranno il suo destino: diventare l'eroe Spider-Man.

CITAZIONE: "Peter, i segreti hanno un prezzo."

TAGLINE: La storia mai raccontata.

PIRATI! BRIGANTI DA STRAPAZZO di Peter Lord & Jeff Newitt

COMMENTO: Ancora una volta la Aardman ci propone un film in stop-motion pieno di citazioni e riferimenti. Stavolta sembra di essere in un film dei Monty Pyton e forse questo, per i più piccoli, è il vero punto debole. Non tutte le gag, infatti, sono di facile comprensione per loro ma per gli adulti e, per chi ama la comucità del gruppo inglese, è davvero interessante. Tutto sommato il film scorre bene, con un buon doppiaggio da parte di De Sica e della Littizzetto anche se, a mio avviso, è il film più debole della "casa della plastilina". Voto: 7

TRAMA: Un Capitano dei Pirati deve trovare il modo di sconfiggere i suoi rivali Black Bellamy e Cutlass Liz nel concorso 'Pirata dell'anno'. La missione porterà il Capitano e il suo equipaggio dalle coste della Blood Island alle nebbiose strade della Londra vittoriana, in un viaggio avventuroso in compagnia del giovane Charles Darwin, impegnato nella spedizione scientifica che lo renderà presto famoso...

CITAZIONE: "È impossibile solo se ti fermi a pensarci!"

TAGLINE: Risate all'arembaggio!

giovedì 8 novembre 2012

LO SPECCHIO DEI DESIDERI di Jonathan Coe

COMMENTO: E' una fiaba ma purtroppo Coe ha deluso. La storia è davvero troppo corta, i personaggi sono solo abbozzati e addirittura il finale è lasciato aperto dando la sensazione che Coe non sapesse bene cosa fare di questa storiellina. Anche lo stile lascia parecchio a desiderare... insomma il libro non è efficace, neppure per il pubblico a cui è rivolto.

TRAMA: Un giorno la piccola Claire, sottraendosi ai genitori litigiosi, si rifugia nella discarica dietro casa, dove trova uno specchietto rotto dal quale si sente stranamente attratta. È un brutto pezzo di vetro tagliente, ma ha il magico potere di trasformare anche la più squallida realtà in un mondo fiabesco: il cielo bigio nel riflesso diventa azzurro paradiso e la casa di Claire, una modesta villetta di periferia, si trasforma in un castello turrito sormontato da fantastiche conchiglie. Intanto il tempo passa e Claire cresce, sempre accompagnata dal suo specchio magico, in cui può vedere il proprio viso senza l’acne dell’adolescenza, e il padre che abbraccia teneramente la madre al pub. Ma nella realtà il padre sta flirtando con la sua nuova fidanzata, per la quale abbandonerà la famiglia, e il ragazzo di cui Claire è innamorata sta con la sua peggiore nemica. Quello specchio crea solo illusioni e Claire, arrabbiata, sta quasi per buttarlo, quando interviene Peter, un ex compagno delle medie. Ma quando lui la invita a uscire una sera e le dà appuntamento alla discarica, Claire rimane sbigottita: anche Peter ha trovato un pezzo di specchio rotto, che in realtà è il tassello di un puzzle più ampio.

mercoledì 7 novembre 2012

MILIONI DI MILIONI di Marco Malvaldi

COMMENTO: Malvaldi abbandona i mitici vecchietti del BarLume per portarci in uno sperduto paesello toscano dove una donna viene misteriosamente uccisa mentre il paese è bloccato dalla neve. La parte puramente "gialla", come in tutti i romanzi di Malvaldi, è un po' deboluccia ma quello in cui Malvaldi è davvero bravissimo è nella presentazione dei paesi toscani e dei suoi abitanti, senza dimenticare la sua immensa bravura nei dialoghi. I suoi personaggi sono meravigliosi, nel loro sarcasmo, nel loro essere "veri" e la trama passa in secondo piano perchè quello che prende sono proprio loro. Non si smetterebbe mai di leggere per cercare la prossima "freddura". Insomma anche senza i vecchietti Malvaldi non perde la sua ironia e il suo stile davvero scrorrevole e divertente.

TRAMA: Montesodi Marittimo è un paesino toscano di una certa altitudine, nonostante il nome, per di più molto scosceso. Una persona su due porta un doppio patronimico, il secondo dei quali è sempre Palla. Eredità di un marchese Filopanti Palla, gran gaudente, pentitosi in punto di morte di lasciare tanti bambini senza un nome legittimo. Inoltre su Montesodi aleggia un mistero: è considerato «il paese più forte d’Europa». Per scoprirne la causa, vengono mandati dall’Università un genetista, Piergiorgio Pazzi, e una esperta di archivi, Margherita Castelli. Trascorsi i primi giorni, nel panorama umano che gli si offre, i due non trovano nulla di cui meravigliarsi, tranne la forza. È un mondo abitudinario, dominato da due gruppi familiari: il sindaco, l’onesto e schietto Armando Benvenuti, con la moglie Viola, e la maestra Annamaria Zerbi Palla, anziana vedova, con un figlio poco amato. La sorpresa arriva con una tremenda tempesta di neve che isola il paese per giorni. Piergiorgio, che alloggia nella casa della Zerbi, una mattina trova l’energica signora abbandonata in poltrona senza vita. Sembra, a prima vista, un attacco di cuore, ma Piergiorgio capisce che non si tratta di morte naturale e poiché il paese è isolato l’assassino non può essere andato via. Le cose sembrano volgere al peggio per lo scienziato quando il maresciallo gli rivela che in paese tutti hanno un alibi, tranne lui. Per scagionarsi, l’unica via che resta è scoprire il vero assassino, tra ambizioni frustrate e figliolanze incerte e mescolate. La neve aiuterà.

FOUR MORE YEARS


lunedì 5 novembre 2012

DIO ODIA IL GIAPPONE di Douglas Coupland

COMMENTO: Questa volta il grande Coupland non ci parla di una generazione specifica ma di una cultura, quella del Giappone, nel suo momento storico forse più buio dal dopoguerra, quello degli anni '90, quello dell'attentato alla metropolitana, quello dei fanatismi religiosi e del "collasso" economico. Ci racconta questo trmite gli occhi e la vita di Hiro, prima ragazzo e poi adulto che si ritrova a crescere in quegli anni e che condizioneranno il suo modo di vivere. E' un giovane senza vere speranze, che si lascia trascinare dalla vita, che prova a "parlare" ad un possibile suo futuro ed immaginario "Clone", prova a raccontargli quello che vede, quello che prova, il modo in cui sta crescendo. Tutto sembra davvero negativo ma alla fine di tutto Hiro capirà che la vita non è poi così male e troverà un suo equilibrio. Davvero magistrale, come sempre, la narrazione di Coupland "interrotta" da disegni in stile pop.

TRAMA: Tokyo, fine anni novanta. Concluse le scuole, Hiro Tanaka e i suoi amici un po’ sballati si dividono tra università e lavoretti part time, rave party e sessioni di shopping sfrenato a Shibuya, fughe oltreoceano e inseguimenti precipitosi. Paranoico e insicuro, innamorato respinto e schiavo delle sue ossessioni, Hiro cerca di trovare se stesso all’ombra di un Giappone che tutto ingloba e immobilizza, togliendo il futuro da sotto i piedi a lui e a tutta la sua non-generazione.

Occasione persa

Diciamocelo francamente... dopo la retrocessione di Vettel all'ultimo posto la Ferrari aveva un colpo in canna ma il missile Red Bull ed un pizzico di fortuna (due safety car e gente che davanti esce di gara) hanno fatto fallire il colpo agli uomini in rosso. Era forse l'ultima speranza ed anche quella se n'è andata... Alonso ha dato anche ieri tutto quello che poteva ma davvero contro Newey non c'è nulla da fare!!!

domenica 4 novembre 2012

L'ERA GLACIALE 4 - CONTINENTI ALLA DERIVA di Steve Martino, Mike Thurmeier

COMMENTO: Dopo il non riuscitissimo terzo capitolo torna il più strampalato branco della storia e questa volta, fortunatamente, il voto torna a salire. La storia è abbastanza trascurabile ma l'innesto di parecchi personaggi azzeccati (la nonna di Sid, alcuni "pirati", i criceti), il ritorno come protagonista ssoluto di Sid e il solito immenso Scrat rendono questo quarto capitolo spassosissimo. Gag a gogo, battute fulminanti, azione e un pizzico di buoni sentimenti... ad un film d'animazione non si può chiedere altro... Voto: 7 1/2

TRAMA: La frenetica e ossessiva caccia all'inafferrabile ghianda di Scrat, iniziata nella notte dei tempi, questa volta provocherà delle catastrofiche conseguenze per il mondo intero: un cataclisma di dimensioni continentali. Il distacco dei ghiacci farà così vivere a Manny, Diego e Sid una nuova avventura. A bordo di un iceberg utilizzato come una nave, il gruppo di amici esplorerà nuovi mondi, incontrerà creature del mare e avrà a che fare con pirati in battaglia...

CITAZIONE: "Se questi due si baciano giuro che vomito!"

sabato 3 novembre 2012

1Q84 LIBRO TERZO di Haruki Murakami

COMMENTO: La prima cosa che mi viene in mente alla fine della lettura di questo libro terzo è che è assolutamente obbligatorio leggere tutti i libri di 1Q84 di seguito e non lasciare passare un anno tra uno e l'altro perchè leggere i primi capitoli di questo libro è stato davvero durissima: dovevo sforzare continuamente la mia memoria per riallacciare situazioni, ricordarmi gli avvenimenti e sopratutto ricordarmi di "mother" e "daughter". Passate però le prime cento pagine il libro inizia a scorrere che è una meraviglia e si inizia a sentire la voce melodiosa e calma di Murakami. Farsi cullare da quella voce è un'esperienza magica e le pagine si susseguono velocemente. Alla fine uno si sente davvero soddisfatto e credo che mi mancheranno molto i personaggi di questo libro ma nella mia testa mi rimane un piccolo tarlo: Murakami non ha sciolto il dubbio sulla fine dell'amante e di Fukaeri... sono semplicemente scomparse... perché e che fine hanno fatto? A parte questo, anche se 1Q84 non è un capolavoro e non è il libro più bello di Murakami, devo dare atto all'autore di una cosa: è semplicemente un mostro della letteratura moderna!!!

TRAMA: La terza parte di "1Q84" si apre con Ushikawa: abbandonato il lavoro di avvocato, lasciato da moglie e figli, l'uomo, così brutto da suscitare repulsione in chiunque lo incontri, ora vive da solo e fa il detective privato. Il suo incarico, commissionato dalla Setta, è di rintracciare Aomame, ma quando si rende conto che la ragazza risulta nascosta da qualche parte ed è praticamente irraggiungibile, decide di concentrarsi su Tengo: qualcosa gli dice che se riuscirà a trovare lui, prima o poi salterà fuori anche lei. Affitta perciò una stanza nel condominio di Tengo e piazza una videocamera davanti all'ingresso della sua casa, per sorvegliare chi entra ed esce. L'intuizione di Ushikawa è corretta e il suo piano avrebbe successo se non fosse per l'entrata in scena di Tamaru (il factotum della "signora" per conto della quale Aomame vendica le donne che hanno subito violenza), che blocca il detective un attimo prima che possa mettere le mani sulla ragazza.

VIAGGIO IN PARADISO di Adrian Grunberg

COMMENTO: Nonostante le tante recensioni positive su questo film io l'ho trovato un po' deludente. Tanta azione, tanta violenza gratuita e troppa voglia di imitare Tarantino... il film funzionicchia ma non morde mai e Gibson macchietizza troppo il suo personaggio. Si guarda ma si scorderà presto! Voto: 6 +

CAST: Mel Gibson, Kevin Hernandez, Daniel Giménez Cacho, Jesús Ochoa, Dolores Heredia, Peter Stormare

TRAMA: La fuga di Driver attraverso il confine messicano su una macchina carica di soldi rubati si rivelerà molto difficile, impossibile per l'esattezza, a causa delle autorità che lo fermano e lo gettano in prigione. Qui troverà gente di tutte le risme e dovrà tenersi alla larga dalla corruzione dilagante e dalla violenza declinata in tutte le sue peggiori forme. L'unico barlume di speranza è rappresentato dall'innocenza di un bambino di di 10 anni, tenuto prigioniero solo perché possiede lo stesso gruppo sanguigno di un pericolosissimo criminale, Javi, che deve sottoporsi a numerose trasfusioni in attesa di un trapianto di fegato. L'ingiustizia subita dal piccolo darà a Driver la forza di fuggire, evadendo dal carcere e portandolo con sé...

CITAZIONE: "Nessun uomo merita fiducia se non è sincero!"

TAGLINE: Plan your getaway

giovedì 1 novembre 2012

MARGIN CALL di J.C. Chandor

COMMENTO: Prima di inziare a vederlo avevo un po' il timore di non capirci una mazza parlando del beato mondo delle banche ma alla fine devo dire che Chandor è stato davvero bravissimo perchè ha strutturato la trama come se fosse un thriller. Una corsa contro il tempo senza respiro piena di cinismo e con un cast spettacolare in cui gli attori sembrano fare a gara tra chi è il più bravo. Davvero bellissimo! Voto: 7 1/2

CAST: Kevin Spacey, Paul Bettany, Jeremy Irons, Zachary Quinto, Demi Moore, Stanley Tucci

TRAMA: Wall Street, durante la crisi finanziaria internazionale del 2008. Negli uffici di una grande banca d'investimenti, durante le 24 ore decisive che precedono un annuncio di fallimento, il giovane analista Peter Sullivan, dopo aver esaminato i registri, si rende improvvisamente conto che le valutazioni su cui l'azienda ha basato il suo business sono difettose e l'hanno portata sull'orlo del collasso. Si sparge la voce che quella notte il top management avrebbe convocato una riunione per cercare di salvare la banca. Tra i presenti alla riunione c'è Sam Rogers, un esperto agente di cambio, il suo capo Jared Cohen e l'analista di rischio Sarah Robertson. Il capo dell'azienda, John Tuld, precipitatosi all'incontro in elicottero, è colui che propone un piano di salvataggio: al mattino, all'apertura della Borsa, devono essere pronti a sbarazzarsi di tutti i debiti 'sporchi'. Una mossa che avrà conseguenze drammatiche, non solo per Wall Street...

CITAZIONE: "Ricordatevi di questo giorno, ragazzi: sarà un bagno di sangue..."

TAGLINE: La più grande truffa di Wall Street

mercoledì 31 ottobre 2012

Happy Halloween e, in anticipo... Buon Weekend

Che bello sapere che questa settimana finisce in anticipo. Da domani sarò in ferie per quattro giorni. Che meraviglia!!!
Domenica la Formula 1 sbarca ad Abu Dhabi... le speranze ormai le ho poste in un cassetto chiuso, tanto cosa volete che la rossa abbia potuto fare in una sola settimana? L'unica cosa che realmente mi dispiace è che Alonso avrebbe davvero meritato il mondiale perchè quest'anno ha guidato in modo impeccabile ma nulla ormai può il pilota contro una vettura eccezionale come la lattina progettata da Newey... Ragazzi, buon fine settimana!!!

lunedì 29 ottobre 2012

Alonso è UN GRANDE... purtroppo la F2012 no!

Io lo dico da diverso tempo... Fernando lo ha detto chiaramente durante questo weekend: la Ferrari e Alonso non combattono contro Vettel ma contro Newey. La creatura del mago inglese quest'anno ha faticato un po' a diventare vincente ma alla fine il risultato è quello che abbiamo davanto agli occhi da ormai 5 gare: un missile imprendibile per tutti. Alonso ieri ha corso da eroe, con il coltello tra i denti per tutti i giri del GP e alla fine è riuscito a strappare l'unico risultato possibile: il secondo posto. Per qualcosa di più non c'è nulla da fare... le lattine sono davvero imprendibili e nonostante le mille dichiarazioni "ottimistiche" di Fry, Montezemolo, Domenicali, ecc. le speranze sono vane. Servirebbe davvero un miracolo...

sabato 27 ottobre 2012

QUALCOSA DI STRAORDINARIO di Ken Kwapis

COMMENTO: Il film, tratto da una storia vera, è il classico buonista film hollywoodiano pieno di buoni sentimenti ma la realizzazione è davvero poca cosa: troppo lungo e troppo manieristico per entusiasmare anche perchè privo di brio o personaggi ben definiti. Tutto galleggia fino alla fine senza lasciare nulla se non un senso di noia. Voto: 5/6

CAST: John Krasinski, Drew Barrymore, Ted Danson, Tim Blake Nelson, Kristen Bell, Vinessa Shaw

TRAMA: Ispirato a fatti realmente accaduti, racconta la storia incredibile di Adam Carlson, videoreporter di una piccola città dell'Alaska del Nord, e Rachel Kramer, attivista animalista e ambientalista, nonché ex fidanzata di Adam, che mobiliteranno una task force internazionale, composta da civili e militari, per salvare una famiglia di maestose balene grigie intrappolate in una formazione di ghiaccio nel Circolo Polare Artico.

TAGLINE: Una famiglia di balene intrappolata sotto il ghiaccio. Un salvataggio indimenticabile.

venerdì 26 ottobre 2012

STEPHANIE AMMAZZA 7 di Janet Evanovich

COMMENTO: E adesso che ho finito tutti i sette libri per adesso pubblicati in Italia come farò ad aspettare il prossimo? Stephanie Plum è davvero una droga!!!

TRAMA: Il compito di Stephanie questa volta è proprio semplice: ripescare il latitante Eddie DeChooch, accusato di contrabbando di sigarette dalla Virginia. Eddie è ormai quasi in pensione, ma non ha perso le buone abitudini e la sua scomparsa scatena l’inferno. Molto presto Stephanie deve destreggiarsi con un cadavere crivellato di colpi nel giardino del latitante, due amici scomparsi e nessuna idea di come risolvere il caso. A complicare la situazione, già piuttosto difficile di per sé, ci si mettono la scoperta che perfino Nonna Mazur ne sa più di lei su Eddie e i suoi loschi traffici, le minacce di un mafioso locale e... la proposta di matrimonio da parte di Joe Morelli. Forse Ranger potrebbe darle una mano, ma Ranger è disposto ad aiutarla solo se Stephanie finalmente si deciderà a dargli quello che lui desidera ardentemente...

MARIGOLD HOTEL di John Madden

COMMENTO: Un grade cast ma un film un po' deludente... non che sia brutto ma è un po' noioso. Le storie scorrono lentamente senza mai spunti interessanti e solo le ottime recitazioni salvano una sceneggiatura mal scritta e forse anche la regia di Madden a non essere particolarmente ispirata. Peccato perchè l'idea di partenza era davvero buona. Voto: 6 +

CAST: Judi Dench, Tom Wilkinson, Bill Nighy, Maggie Smith, Celia Imrie, Dev Patel

TRAMA: Attratti dalla pubblicità dell'Hotel Marigold, un gruppo di pensionati britannici decide di ritirarsi nella esotica e decisamente più economica India. Giunti sul posto, si renderanno conto che il nuovo ambiente è meno lussuoso di quanto avessero immaginato, ma la nuova esperienza gli farà scoprire che la vita e l'amore possono iniziare di nuovo quando si lascia andare il passato.

TAGLINE:
La vita è un'avventua. Ad ogni età.
Che brutto weekend sarà... ho entrambi i figli malati e domenica nel GP di F1 ci sono ZERO speranze di ottenere vittoria o secondo posto... le lattine sono davvero IMPRENDIBILI e, come avevo già preannunciato, le fantomatiche correzioni alla F2012 sembrano davvero poca cosa... a voi che non tifate la rossa e che non avete figli malati... BUON WEEKEND!!!

mercoledì 24 ottobre 2012

Tombazis dixit...

«Dopo le spiacevoli sorprese da parte di alcune novità introdotte nelle ultime due gare, abbiamo svolto un test aerodinamico, prima di partire per l'India, per analizzare che cosa non avesse funzionato correttamente. Abbiamo ottenuto alcune risposte molto interessanti che riteniamo ci permetteranno di risolvere tali problemi e così, il nostro obiettivo in questo prossimo GP sarà quello di recuperare il terreno perso in precedenza»

Non è un po' tardi per scoprire errori così? Non si poteva farlo prima questo test? E secondo voi c'è il tempo di correggere tali errori? E basterà correggere questi difetti per recuperare l'enorme divario che separa la Ferrari dalla Red Bull?
Io penso che ormai sia troppo tardi...