venerdì 31 dicembre 2010

Un anno di Home Video

Continua la mia assenza dalla sala buia del cinema. L’ultimo film visto in sala risale al 15 febbraio del 2009 (Il currioso caso di Benjamin Button) ma mi sono concesso parecchi film a casa. Quelli che seguono sono quelli che in questo 2010 mi hanno colpito, emozionato, fatto sognare… in attesa di poter tornare a gustarmi qualche film sul grande schermo!

Bastardi senza gloria, Casablanca, UP, Toy Story 3, Dragon Trainer, Vacanze romane, Colazione da Tiffany, Sabrina, District 9, La prima cosa bella, Shutter Island, Biancaneve e sette nani

E poi ecco le ciofeche 2010:
The Last Song, Scusa ma ti voglio sposare, Camille, Tutto l'amore del mondo, Ondine - Il segreto del mare, La fontana dell'amore

OK, per quest'anno è tutto... ci risentiremo nel 2011

giovedì 30 dicembre 2010

DEFENDOR di Peter Stebbings

COMMENTO: Davvero molto carino questo film. Divertente, commovente con una meraviglioso Harrelson che presta il suo corpo al bellissimo e ben trattegiato personaggio di Defendor. L'idea di base è davvero originale e il regista/sceneggiatore Stebbings è davvero molto bravo a non scendere mai nel patetico e a lasciare al suo protagonsita la libertà di disegnare con maestria ed istrionismo un personaggio davvero indimenticabile... ce ne fossero di supereroi come Defendor! Voto: 7

CAST: Woody Harrelson, Elias Koteas, Michael Kelly, Sandra Oh, Kat Dennings, Clark Johnson, Lisa Ray, Alan C. Peterson, Kristin Booth, Charlotte Sullivan, Tony Nappo

TRAMA: La realtà si interseca con la delusione nella mente di Arthur Poppington, un'uomo normale che diventa il supereroe Defendor e setaccia le strade della città di notte in cerca del suo arcinemico, Captain Industry. Nel suo tentativo di combattere il crimine e sconfiggere Captain Industry, uno spacciatore di droga e trafficante d'armi che per sbaglio crede essere il responsabile della morte di sua madre, Defendor finisce per diventare amico di una giovane prostituta, Katerina Debrofkowitz. Armato di armi non convenzionale di confusione di massa, aiutato dal suo nuovo amico e mettendo la sua vita sulla linea, Defendor dimostra che tutti sono in grado di fare la differenza.

TAGLINE: An unexpected hero will rise.

Le mie letture 2010 Parte 3

Arriva settembre e il mondo ricomincia a girare… il primo libro letto è in realtà una trilogia: I tre evangelisti della Vargas (composta da Chi è morto alzi la mano, Un po’ più in là sulla destra e Io sono il Tenebroso). Poi una grande novità nella mia vita… ho fatto la tessera della biblioteca che mi servirà per per sperimentare senza buttare via soldi e mi permetterà di recuperari libri ormai introvabili. Dopo la trilogia della Vargas leggo il nuovo capitolo di Becky Blomwood, I love mini shopping di Sophie Kinsella che però è un po’ più fiacco del solito. Ecco poi il primo libro della biblioteca. Finalmente, dopo tanti anni, riesco a leggere Generazione Shampoo di Douglas Coupland che si rivela un’ottimo libro. Dopo torno ai libri acquistati con L’anno di noi due di David Gilmour (non quello dei Pink Floyd), una chicca davvero interessante. Il mese si conclude con l’uscita dei nuovi libri attesissimi di quattro autori che adoro (Morozzi, Lansdale, Coupland e Yoshimoto) che però leggerò il mese successivo.

Ottobre si apre con la conclusione di Vish Puri e il caso dell’uomo che morì ridendo di Tarquin Hall che, nonostante le tante critiche positive, a me non è piacuto. Il primo dei libri usciti a fine settempre che leggo è naturalmente l’attessissimo (da me) Cicatrici di Morozzi che si rivela esplosivo! Passo poi a Devil Red di Lansdale con il ritorno del mitico duo Hap&Leonard seguito da Generazione A del sottovalutato (in Italia) Coupland. Terminato questo passo al secondo libro preso in biblioteca: Tenebre di Robert McCammon che si rivela davvero un ottimo romanzo e mi segnerò il nome per letture future. Sono poi passato a Tutto su Stephen King di Bev Vincent che si rivela una FIGATA PAZZESCA! Ottima edizione della Sperling ma è il contenuto che è davvero esplosivo!!!

Novembre inizia e io termino il palloso Un viaggio chiamato vita della Yoshimoto e poi passo a Koontz con Io & Trixie, storia di Konntz e il suo cane, che però delude. Si passa poi ad un grandissimo di Mordecai Richler che dopo nove giorni di lettura si rivela un grande libro! Dopo questo libro decido di leggere qualcosa di leggero e tra i libri sul comodino scelgo La versione di BarrneyQuattro giorni per liberarmi di Jack di Lauren McLaughlin e mentre leggo questo mi arriva e, naturalmente, leggo subito in una sera La battaglia di Jericho Hill il nuovo capitolo del fumetto della serie La Torre Nera. Il fumetto è bellissimo, il romanzo della McLaughlin un po’ meno. Poi in soli due giorni mi sparo il nuovo Faletti intitolato Appunti di un venditore di donne che si dimostra un buon colpo di Giorgio! Dopo Faletti mi sono lanciato in un discreto E finalmente ti dirò addio di Lauren Oliver e poi, finalmente, dopo tanta attesa il grandioso Notte buia, niente stelle del sempre magnifico King!

Il primo libro ad essere terminato in dicembre è il deludente L’ultima Neve di Van Lustbader. Poi sono passato al nuovo romanzo di Paul Auster Sunset Park (davvero ottimo!) e poi mentre leggevo la bella raccolta di racconti I salici ciechi e la donna addormentata di Haruki Murakami è uscito (e mi sono pappato) il primo volume della graphic novel L’Ombra dello Scorpione: Captain Trips. Mentre ero a casa colto da un simpatico virus intestinale in pochi giorni mi sono letto La lingua del fuoco di Don Winslow e, visto che sul comodino non c’era nulla di nuovo, mi sono riletto in tre giorni il sempre bellissimo Duma Key di Stephen King e terminato questo, visto che ancora il comodino era deserto mi sono risparato una rilettura di sempre di King. A Natale la mia mogliettina mi ha regalato il DVD con annesso libro Cose PrezioseNiente Paura e devo dire che mi ha sopreso nella sua semplicità e bellezza. Il comodino era ancora deserto e quindi, visto che non era passato il “momento King” mi sono concesso la rilettura di La metà oscura

mercoledì 29 dicembre 2010

Le mie letture 2010 Parte 2

Dopo il deludente Burke faccio una grandissima scoperta: Don Winslow! Grazie a La Pattuglia dell’alba è amore a prima vista per questo straordinario autore. Passo poi a Guccini, ma il suo Non so che viso avesse in parte mi delude. Maggio è anche il mese in cui esce il nuovo romanzo di Catherine Dunne che si rivela un buon romanzo. Poi arriva un libro che aspettavo da tempo: Donna alla finestraIl libro delle anime di Glenn Cooper, il seguito di La biblioteca dei morti, ma anche qui rimango deluso! Mi riprendo con l’ottimo L’amore Giovane di Ethan Hawke

Giugno (mese dei mondiali di calcio) parte con un uno-due di Don Winslow che fa gridare al miracolo: Il potere del cane e L’inverno di Frankie Machine. Poi mi rileggo Andromeda del grande Crichton, il delicato Quando cade l'acrobata, entrano i clown di Veltroni sulla strage dell’Heysel, L’inventore di Sogni di McEwan. Finalmente il 19 giugno parto per le ferie dove leggo Spiriti di Benni, il nuovo di Morozzi Nati per rincorrere, poi un buon Bukowski con Azzeccare i cavalli vincenti, e il brevissimo (quasi una presa per il culo) E’ nata una star? di Hornby. Dopo le ferie concludo il mese di giugno con il meraviglioso Il segreto dei suoi occhi di Eduardo Sacheri

A luglio arriva in libreria il nuovo libro di Jonathan Coe I terribili segreti di Maxwell Sim che non mi convince appieno, seguito da un ennesimo Lansdale (Freddo a Luglio), poi arriva una bellissima sorpresa: Un giorno di David Nicholls che si rivela davvero un ottimo libro. Arriva in libreria La prima stella della notte di Levy che conclude il deludente Il primo giorno. Questa seconda parte si rivela decisamente migliore della prima!Dopo Levy faccio una nuova grande scoperta: Fred Vargas. Leggendo la raccolta Scorre la Senna mi innamoro del personaggio del commissario Adamsberg! Dopo la vargas mi concedo un Bukowski con A sud di nessun nord. E con il vecchio sporcaccione concludo il mese di luglio!

Agosto, mese caldo ma fortunatamente anche mese di ferie… Dopo aver visto il film (davvero molto bello) decido di leggere anche il libro di Valerio Mieli Dieci Inverni. Il libro è bello ma ho preferito il film! Poi parto per le ferie nell’amata Toscana dove mi sparo La Trilogia di Adamsberg (composta da L’uomo dei cerchi azzurri, L’uomo a rovescio e Parti in fretta e non tornare) che mi conferma che la Vargas sarà una delle mie autrici da seguire! Sempre al mare mi concedo un Barnum di Baricco (il solito grande affabulatore) e poi si torna nella calura della pianura padana dove mi concedo l’ellesimo Bukowski con Taccuino di un vecchio sporcaccione.

martedì 28 dicembre 2010

LETTERS TO JULIET di Gary Winick

COMMENTO: Diciamo che l'unica cosa che si salva sono i magnifici paesaggi toscani, per il resto è noia. Una commedia inzuppata dei classici stereotipi sul nostro paese (addirittura la tarantella!!!), con dialoghi al limite del ridicolo, una colonna sonora orrida (vorrei sapere chi ha scelto le canzoni che rappresentano l'Italia), una trama zoppicante in ogni punto e attori che fanno il loro compitino, beccano i soldi e pure loro sembrano annoiati! Insomma... 'na palla di film! Voto: 5 1/2

CAST: Amanda Seyfried, Gael García Bernal, Luisa Ranieri, Marina Massironi, Milena Vukotic, Christopher Egan, Vanessa Redgrave, Franco Nero

TRAMA: L'aspirante giornalista Sophie Hall si troverà coinvolta in un'appassionata storia d'amore del passato dopo aver ritrovato una lettera scritta cinquanta anni prima e lasciata nel muro del celebre cortile di Giulietta Capuleti a Verona. Insieme a Claire Smith, autrice della missiva, e al nipote di lei Charlie, Sophie partirà per un viaggio on the road in Italia alla ricerca dell'antico amore perduto. L'avventura si rivelerà per lei anche un'occasione di rivedere la sua stessa situazione sentimentale.

CITAZIONE: Ci sono parole, "e" e "se" che da sole non hanno nulla di minaccioso. Ma se le metti insieme, una vicino all'altra, hanno il potere di tormentarti per tutta la vita.

TAGLINE: La più grande storia d'amore mai raccontata... è la tua.

Le mie letture 2010 Parte 1

Il 2010 inizia mentre sto leggendo Crime di Welsh iniziato il 29 dicembre del 2009. Il libro si rivela un buon colpo del vecchio Irvine. Gennaio continua con la rilettura del bellissimo La morte non dimentica di Lehane, dell’orrendo Sette giorni per l’eternità di Levy e con il buon Paranoid Park di Nelson Blake finito lo stesso giorno della presentazione della Ferrari F10. In pratica gennaio è stato un mese piuttosto stanco visto che ho letto solo 4 libri.

Febbraio è stato un mese ancora più scarno di letture. Dopo 13 giorni di lettura ho terminato di Levy (che non mi ha convinto più di tanto) poi ho proseguito con il poco convincente Il primo giornoForse una storia d’amore di Martin Page e, fortunatamente, poi sono passato alla raccolta di racconti di Lansdale Altamente Esplosivo che mi ha ritirato su il morale.

Con Marzo, si affaccia la primavera e il ritmo di lettura è salito: il mese inizia con La compagna di scuola di Madeleine Wickham (vero nome della Kinsella), poi l’atteso Senza Tregua di Koontz che si rivela un brutto libro, seguito dalla sceneggiatura di An Education di Hornby. Poi una pausa divertente con (sempre un barile di spataccamenti) seguito da CheLitticheFazio 2Delfini della Yoshimoto e la bellissima sorpresa di Paolo Sorrentino con Hanno tutti ragione e del mitico protagonsita Tony Pagoda!

Aprile, il mese del mio compleanno, inizia con la lettura del fumetto La Caduta di Gilead, poi prosegue con la bella raccolta di racconti Tutta colpa dell’acido del buon Welsh, dal bellissimo Sunset Limited di McCarthy, e da Angeli a pezzi di Dan Fante, figlio del grande John Fante. Inizio il 18 il libro L’occhio del ciclone di James Lee Burke che termino 13 giorni dopo quando ormai è già maggio…

lunedì 27 dicembre 2010

QUALCOSA DI SPECIALE di Brandon Camp

COMMENTO: E' uno di quei film al limite della sufficienza... un film che cerca di strappare la lacrima ad ogni scena, intervallato da qualche battuta per non voler essere troppo drammone. Insomma la sceneggiatura non è un gran che ma alcune buone interpretazioni (Eckhart, Fogler ma sopratutto John Carroll Lynch) spingono il film al 6 striminzito. Voto: 6

CAST: Aaron Eckhart, Jennifer Aniston, Dan Fogler, John Carroll Lynch, Martin Sheen, Judy Greer, Frances Conroy, Joe Anderson, Sasha Alexander, Clyde Kusatsu

TRAMA: Dopo la morte di sua moglie, il dottor Burke Ryan ha cercato apparentemente di andare avanti e il risultato dei suoi sforzi è stato scrivere un libro con l'intento di aiutare gli altri ad affrontare e superare il dolore per un lutto familiare. Il suo esperimento si è trasformato in un best-seller osannato da critica e pubblico anche se, in privato, l'uomo è ancora preda della solitudine e del dolore. Poi, durante un soggiorno a Seattle dove è chiamato a tenere un atteso seminario, Burke incontra con Eloise, proprietaria di un negozio di fiori e piante, che gli farà finalmente trovare il coraggio per uscire dal suo isolamento sentimentale e chiedere un appuntamento galante. Eloise, però, è stata appena lasciata dal suo compagno ed è ferita e arrabbiata. Riuscirà il 'dottor motivatore' ad aiutare se stesso ed Eloise a trovare il modo di ricominciare a credere entrambi nell'amore?

CITAZIONE: "La vita a volte ci regala limoni aspri e noi possiamo fare la faccia inacidita oppure fare una bella limonata!"

TAGLINE: Quando meno te lo aspetti
Dopo soli 3 giorni di vacanza (ma in attesa di 10 giorni di ferie) rieccodi nuovamente qui... allora come sono andati queste festività? Per me abbastanza bene... ho passato 3 giorni di mega-tavolate imbandite e il risultato si può riassumere con l'immagine a fianco :)
Oltre le magnasse poca roba... ho finito la rilletura di Cose Preziose, mi sono letto il libro accluso al DVD Niente Paura e visto che la mia metà mi ha "rubato" il nuovo della Littizzetto mi sto rileggendo La metà oscura.
Nei prossimi giorni pubblicherò una serie di post che riassumeranno le mie letture del 2010!!!

domenica 26 dicembre 2010

NIENTE PAURA di Piergiorgio Paterlini e Piergiorgio Gay

COMMENTO: Questo libricino allegato al DVD del documentario Niente Paura (che non ho ancora visto) è diviso in due parti: nella prima parte ci sono le interviste ad alcuni personaggi famosi che parlano del loro rapporto con la nostra amata "Italia". Si parla della Costituzione Italiana, della politica, dell'assurdità di alcune situazioni... è la parte più bella in cui davvero emerge come l'Italia sta andando avanti (o indietro). E' davvero interessantissima. Nella seconda parte invece parlano le persone comuni, i fan di Ligabue, e anche loro meditano sullo stato attuale delle cose partendo dalle canzoni del Liga. Un libro bello, sorprendente, lucido e purtroppo spesso amaro visto che l'Italia di questi anni sembra non proprio all'altezza delle speranze.

TRAMA: La lontananza dei partiti dalla gente - non il contrario - fa sì che chi si riconosce in un paese non rassegnato combatta per la difesa della Costituzione (diventata non la base minima della convivenza civile, ma una specie di libro dei sogni, come dice Ligabue, qualcosa che ci sta davanti, un obiettivo da raggiungere) e per i temi cosiddetti etici: i diritti. Nel libro sono contenute le interviste ad alcuni dei protagonisti - da Ligabue a Verdone a Rodotà, da Soldini a Zanetti a Englaro - accanto a esperienze personali intrecciate al qui e ora del nostro paese, estratte dalle centinaia di lettere ricevute durante la lavorazione. In chiusura, una cronologia parallela racconta la carriera di Ligabue sullo sfondo delle date fondamentali della nostra storia.

sabato 25 dicembre 2010

STICK IT di Jessica Bendinger

COMMENTO: Un film per adolescenti in cui la ribellione viene usata per poter tirare fuori il meglio dalle persone... un film adatto ai minori di 18 anni in cui spicca il solito bravo Bridges. Insomma un film che sembra sfornato dalla Disney tanto è scontato e zuccheroso ma che alla fine si lascia guardare. Voto: 6

CAST: Jeff Bridges, Missy Peregrym, Vanessa Lengies, Nikki SooHoo, Maddy Curley, Kellan Lutz, John Patrick Amedori, Mio Dzakula, Svetlana Efremova, Jon Gries, Gia Carides

TRAMA: La 17enne Haley Graham è una giovane promessa della ginnastica artistica. Tuttavia, a causa del suo carattere ribelle si è messa nei guai con la giustizia, e il giudice l'ha condannata all'iscrizione forzata presso una rigida ed elitaria accademia per atleti, la VGA di Houston, in Texas. Burt Vickerman, preside della scuola ed ex campione olimpico, cercherà in ogni modo di recuperare la talentuosa ragazza che, nonostante l'iniziale ostilità delle compagne di scuola, in occasione di una importante competizione scoprirà cosa vuol dire fedeltà, amicizia e gioco di squadra...

TAGLINE: Sfida e conquista

COSE PREZIOSE di Stephen King (Rilettura)

COMMENTO: E' sempre un grandissimo piacere leggere i migliori libri di King e dopo tanto tempo, riscoprire questo Cose Preziose è stato davvero entusiasmante. Ho sempre ritenuto la prima parte migliore della seconda e anche in questa rilettura è stato così. La parte in cui Leland Ganut (un magnifico cattivo kinghiano) vende la sua mercanzia e gli intrecci tra i personaggi sono davvero accattivanti ed eccitanti. Insomma King decise di chiudere le sue storie su Castle Rock in maniera davvero esplosiva e in questo Cose Preziose il Re è davvero in formissima!

TRAMA: L'ultima storia ambientata dal mago Stephen King nella "sua" Castle Rock. Un giorno, nella tranquilla cittadina compare Leland Gaunt, un tipo strano e sfuggente che apre un negozio, Cose Preziose, dov'è possibile acquistare pezzi rari, curiosità, autentiche gioie per piccoli collezionisti. In breve, l'emporio riesce ad attrarre magneticamente tutti i membri della comunità, con effetti devastanti, perchè in quell'oscuro, impenetrabile magazzino tutto è in vendita... perfino l'anima. Una vicenda demoniaca al cui fascino è difficile sottrarsi.